Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Visti più veloci per lavorare in Canada

C'è una interessante novità entrata in vigore lo scorso 1° gennaio per chi vuole lavorare in Canada

Express Entry
Si chiama così e rappresenta un modo per far sì che siano più veloci i visti per lavorare in Canada. Non per tutti, certo, ma è una novità importante. È una procedura che consentirà di di gestire in modo più veloce le domande di visto. Lo scopo e la filosofia alla base di questa nuova gestione informatica è quella di dare priorità, nel rilascio del visti, a prefessionisti e lavoratori specializzati. Cioè quelle figure che per esperienza, qualifica e conoscenza di inglese e francese possono e devono poter avere un accesso più veloce. La cosa fondamentale è che questa è una procedura di snellimento ma non un programma di immigrazione nuovo. In ogni caso la dice lunga sul modo in cui il governo canadese intende agevolare i migliori talenti. Visti più veloci per chi vuole lavorare in Canada significa che, se sei un professionista, in sei mesi al massimo puoi avere un permesso di residenza permanente.

Il suo funzionamento
In pratica il funzionamento di questa Express Entry che velocizza i visti per lavorare in Canada, funziona in questo modo:
– se l’aspirante non ha già, ovviamente, un’offerta lavorativa canadese dovrà crearsi un profilo professionale online e registrarsi alla banca dati governativa o Job Bank. La gestione informatica realizzerà una banca dati di quei candidati che siano in possesso dei requisiti e darà loro un voto.
– il secondo step prevede che i candidati col voto migliore riceveranno dal governo un invito. Tale invito è finalizzato all’approfondimento della domanda per la residenza permanente.

La novità è che queste domande saranno lavorate in meno di sei mesi.

Più veloce ma non più facile
Più veloce ma non più facile, questo è bene e corretto dirlo. Un sistema che vuole rendere più veloci procedure che sono già in essere e non introdurne altre. Quindi, proprio per evitare che qualcuno urli vittoria prima del tempo l’Ambasciata ha messo online una sorta di questionario che permette di rendersi conto di quante probabilità si hanno di ottenere un buon punteggio. Il link a cui connettersi è Canada.ca/ExpressEntry. La cosa certa è che, ed è lo stesso governo canadese a dirlo, nel 2015 il paese vuole accettare 20mila immigrati in più rispetto al 2014. Quindi perché non provarci?

Perché questa novità
Spesso le idee migliori arrivano da un fallimento. E anche questo programma informatico nasce dal fallimento del Temporary Foreing Workers Programme che aveva sì aumentato il numero di immigrati ma in realtà di lavoratori non qualificati che erano disposti a fare lavori non graditi ai canadesi. Questa aveva solo creato squilibri nel mercato del lavoro e episodi di sfruttamento. Molti datori di lavoro si leccavano i baffi all’idea di poter pagare stipendi anche di un 20% inferiori a quelli che avrebbero dovuto pagare a lavoratori canadesi. Il programma e il conseguente sfruttamento hanno subito pesanti critiche tanto che è stato in parte modificato. Ora il Canada, come tutti i paesi con una visione strategica e a lungo termine del mercato del lavoro e del suo benessere, vuole rendere più veloce l’ottenimento di alcuni visti per i lavoratori più qualificati che possono davvero portare benefici al paese. Evitando così episodi di sfruttamento e di gioco al ribasso dei salari.

Articolo visualizzato 1.486 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

Un Commento

  1. Buongiorno mi chiamo charif cittadino italiano cerco lavoro in Canada come Cavaturi e minatori e scavaturi e palestra .cerco un persona chi mi aiuti trovare lavoro in Canada .io lo pago e mio numero telefonico 3494117852

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *