Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Visti per l’Australia: alcune informazioni

Continua a crescere l'interesse per questo paese, soprattutto da parte delle persone più giovani che vedono, in questa terra, la possibilità di costruirsi un futuro. Vogliamo dunque dare alcune informazioni sui visti per l'Australia, per lavorare o studiare

Working Holiday
Partiamo da quello che è uno dei visti più utilizzati. Vediamo di dare alcuni chiarimenti al riguardo anche in base ad alcune delle domande più frequenti che ci arrivano. Partiamo dall’età. Il limite per richiederlo è 30 anni il che significa che se si è già compiuta questa età è possibile richiederlo. Basta fare richiesta prima del compimento del 31° anni di età. Un’altra domanda che viene spesso rivolta riguarda la disponibilità economica che bisogna avere sul proprio conto corrente. Allora diciamo che la cifra che viene comunemente indicata, quella di $5.000 non è un obbligo di legge. Ma è, presumibilmente, la cifra minima di cui conviene disporre per affrontare le spese necessarie almeno nel primo periodo. Idem per quanto riguarda la possibilità di comprare il biglietto di ritorno in qualsiasi momento. Un’altra cosa da ricordare è che il Working Holiday dura 12 mesi a partire dal momento in cui si entra nel paese per la prima volta. Vi sono casi eccezionali per cui si può richiedere un prolungamento della permanenza ma devono essere davvero eccezionali (per esempio una malattia che impedisce di prendere un aereo).

Student Visa
Un’esperienza di studio in Australia può essere davvero il trampolino di lancio per iniziare a prendere i contatti con questo paese e per arricchire comunque il proprio curriculum. Lo student visa è il visto che si può richiedere se si vuole studiare in Australia per più di 12 settimane. Tale visto impone alcune condizioni ben precise. Vediamole insieme. Intanto non è consentito lavorare per più di 40 ore ogni 14 giorni nel periodo degli studi e non si può lavorare prima dell’inizio del corso di studi che si è scelto. Inoltre la frequenza al corso di studi è obbligatoria per minimo l’80% delle ore previste. Ricordiamo inoltre che è obbligatorio stipulare un’assicurazione medica che valga per tutto il periodo di durata del visto stesso.

Visto 457
È il visto per lavoro temporaneo ed è quello che, dopo alcuni cambiamenti introdotti il 1° luglio del 2013, ha continuato ad essere al centro di molte discussioni e dibattiti. Infatti anche agli inizi di quest’anno il governo australiano ha dato vita ad una serie di analisi dopo aver rilevato una serie di abusi legati proprio a questo visto; abusi riscontrati soprattutto nelle aziende che, a vario titolo, si occupano di ristorazione. Tale visto ha comunque lo scopo di sopperire, in qualche modo, alla mancanza di manodopera specializzata nel mercato lavorativo interno al paese. Sostanzialmente il numero di visti rilasciati dipende da quanta è la richiesta delle stesse aziende australiane che, facendo da sponsor, ritengono di avere bisogno di professionisti qualificati. Il governo australiano ha un programma di alcune modifiche a questo visto che, piano piano, verrà ottimizzato entro il 2015.

Alcune di queste modifiche sono fatte per rendere più snella l’assunzione di candidati che davvero rispondono a caratteristiche di specializzazione necessaria, ma al contempo più pressante il controllo su quelle attività lavorative sospette. Per le aziende che operano dunque regolarmente le procedure dovrebbero snellirsi, ma per altre non sarà così. Una delle modifiche riguarda, per esempio, il tempo minimo necessario affinché un’azienda possa essere considerata in regola per fare da sponsor: tale tempo passa da 12 a 18 mesi. Un tempo considerato necessario proprio per valutare la credibilità dell’azienda stessa. Cambieranno anche un po’ le regole legate agli esami relativa alla conoscenza della lingua inglese per favorire l’assunzione di figure professionali qualificate. Non sono, ma solo al momento, previste modifiche alla soglia minima dello stipendio del lavoratore sponsorizzato

Per ulteriori informzioni su visti e opportunità di lavoro in Australia consultare la sezione Lavorare in Australia del nostro sito e il sito www.lavoroinaustralia.it

Articolo visualizzato 1.670 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

Un Commento

  1. Salve mi
    Chiamo Giuseppe asse è sono un Dr.Osteopata ,sono assolutamente deluso dall’Italia in tutto quindi vorrei scappare in Australia.parlo lingue ed ho altri diplomi sportivi,fitness,nuoto,atletica etc …se qualcuno è interessato o qualche dritta ? Grazie oassennato@icloud.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *