Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Un Mba: costa ma all’estero garantisce ottimi stipendi

Certo purtroppo non alla portata di tutti, e questa è una cosa che aprirebbe considerazioni etiche importanti. Ma un Mba garantisce stipendi alti e responsabilità maggiori. Purtroppo tra i migliori non sembrano esserci quelli conseguiti in Italia

Dove aumentano gli stipendi
Quello di potersi permettere un Master in Business Administration è un argomento delicato che meriterebbe anche un’analisi sociologica. Cosa che non possiamo fare qui. Certo è vero che, a livello di percezione, sembra suggerire che solo chi se lo può permettere possa ambire a posizioni lavorative prestigiose e a stipendi da favola. Ma nel mondo del lavoro, soprattutto all’estero, la verità è un po’ questa. Tra le altre cose il rapporto annuale di QS TopMBA. com Jobs and salary Trends Report sembra confermare questa realtà. Il sondaggio è abbastanza serio dal momento che è basato su una serie di domande che vengono fatte a quasi 4400 professionisti che, per lavoro, si occupano proprio di selezionare personale qualificato. È stato dimostrato che i paesi in cui attualmente si sta registrando un incremento maggiore nelle retribuzioni di chi possiede un Mba sono l’area asiatica, il Medio Oriente seguiti da Europa occidentale, Usa e Canada; e i paesi in cui chi possiede un Mba guadagna di più in assoluto sono Australia, Svizzera, Danimarca, Gran Bretagna e Francia.

Nello specifico
Il sito Business People riporta nel dettaglio le percentuali di incremento degli stipendi di chi è in possesso di un Master di questo tipo: nell’area asiatica l’incremento è dell’8%, in Medio oriente del 5% e del 4% in Europa, Canada e Usa dove si trovano anche i migliori Mba. Secondo il Financial Time il migliore master in assoluto è quello offerto dalla Harvard Business School seguita dalla Standford Graduate School of Business e dalla University of Pennsylvania. In questo Global Mba Ranking 2013 non sembrano presenti Master offerti da università italiane. La cosa ulteriormente interessante è anche sapere quali sono i settori in cui ottenere una specializzazione sta registrando risultati migliori. In testa vi è, forse sorprendentemente, quello metallurgico, seguito dal settore farmaceutico, poi quello dell’energia, e per concludere quello dei servizi finanziari e dell’IT

La classifica dell’Economist
Un altro prestigioso giornale economico, l’Economist appunto, fa un’analoga classifica che, seppure mettendo al primo posto un’università diversa da quella evidenziata dal Financial Time e cioè la Chigaco University Booth School of Business, rimarca il primato degli USA in questo settore dal punto di vista universitario. E regala amare conferme al sistema universitario italiano: infatti la prestigiosa Bocconi non viene nemmeno menzionata e tra il monopolio americano si salvano solo le europee IESE in Spagna e la HEC in Francia. Forse questi due giornali sono di parte, chissà. Però nessuno menziona l’Italia dove, per la verità, vi sono master di questo tipo che non sono neanche tra i peggiori; come quelli di Roma-Tor vergata, Bocconi appunto, Siena e Luiss che non sono però tra le prime 50 al mondo. Per avere una panoramica approfondita di questo argomento vi consigliamo la lettura dell’interessantissimo articolo pubblicato da La Repubblica.it dal suggestivo titolo “L’istruzione costa? Provate con l’ignoranza

Articolo visualizzato 1.805 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *