Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Tirocini retribuiti al New York Times

Bellissima occasione per chi sogna di diventare giornalista: tirocini retribuiti al New York Times

Vola a New York
Per chi sogna di diventare giornalista questa è un’occasione da non perdere. Il New York Times mette a disposizione dei tirocini retribuiti. Prevista una durata di dieci settimane nelle sedi che il prestigioso giornale ha a New York e a Washington. L’inizio di questi tirocini sarà il prossimo 6 giugno 2016.

Questi tirocini retribuiti al New York Times sono riservati a studenti universitari desiderosi di buttarsi nel mondo del giornalismo. Impegnativo il programma che prevede diversi ambiti di lavoro in settori quali:
– giornalismo visivo
– giornalismo interattivo
– reportering
– copy editing

Retribuzione
Questi tirocini retribuiti al New York Times prevedono un compenso di 1000 dollari settimanali. C’è la possibilità di soggiornare presso nelle stanze messe a disposizione della New York University, ateneo che ha una sorta di convenzione con il prestigioso giornale. I costi per queste stanze possono andare dai 300 dollari a settimana ad un massimo di 400 dollari.
Il termine ultimo per inviare la propria candidatura è il prossimo 31 ottobre 2015.
Per ulteriori informazioni su come candidarsi e la documentazione necessaria consultare il sito del New York Times nella sezione “Newsroom Summer Internship.

Un pò di storia
Questi tirocini sono davvero una occasione unica per vivere e lavorare per qualche settimana in quello che, forse, è davvero il tempio mondiale del giornalismo. Il New York Times è stato fondato nel 1851. Una storia prestigiosa fin dall’inizio se si pensa che, questo giornale, è stato il primo ad avere uffici e redazioni all’interno di un palazzo costruito proprio ed esclusivamente per questo.

C’è un pò di Italia nel New York Times se si pensa che, dal 2007, la sua sede è stata trasferita nel grattacielo progettato dall’architetto Renzo Piano. In quegli anni, oltre ad un trasferimento fisico, il giornale ha vissuto alcuni importanti cambiamenti, sia nella grafica sia nei contenuti. Il giornale si è molto adeguato alle nuove tecnologie e da’ molta importanza anche all’edizione on line che, con i suoi 31 milioni utenti è una delle pagine più lette al mondo. Forte anche di un milione di abbonati proprio alla sua versione digitale.

Da sempre considerato la voce giornalistica dei cosidetti liberal è davvero uno dei giornali più autorevoli al mondo. Dal 2008 collabora con la CNBC per quanto riguarda temi come tecnologia e business. Dal 2009 le versioni on line del New York Times e quella dell’International Herald Tribune si sono unite in una sola piattaforma che, attualmente è la prima al mondo per numero di consultazioni di tutti i quotidiani anglofoni.

Per capire ancora meglio in che giornale potreste fare il tirocinio basti sapere quali sono alcuni dei più prestigiosi premi vinti da alcuni suoi giornalisti. Stiamo parlando del famoso e importantissimo Premio Pulitzer che, complessivamente, vede il giornale raggiungere quota 101. Tra i più importanti quello che, nel 2006, vide il giornalsita Nicholas Kristof premiato per il suo lavoro sul genocidio nel Darfur o quello del 2008 assegnato a Watl Bogdanich e Jake Hooker per il fatastico reportage sull’industria farmaceutica.

Articolo visualizzato 690 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *