Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Svizzera: aumentano occupati e frontalieri

Dalla Svizzera arrivano dati ancora positivi riguardo l'occupazione. E anche qualche sorpresa interessante

frontiera svizzera
Quadro generale

Vogliamo presentare alcuni dati resi noti dall’Ufficio Federale di Statistica. E c’è da giurare, conoscendo la precisione elvetica, che non siano sbagliati come quelli che, recentemente, hanno visto una imbarazzante correzione sui dati dell’occupazione in Italia grazie al Job Act. Dunque da questi dati emerge chiaramente che in Svizzera aumentano occupati e frontalieri. E la cosa ha un certo interesse per i nostri lettori e anche per capire un po’ meglio quelle che erano le preoccupazioni a seguito dei risultati del referendum che, lo scorso anno, aveva messo un po’ di allarme. Allora per quanto riguarda gli occupati i dati parlano di un 1,5% in più nel periodo compreso tra giugno 2014 e giugno 2015. Nello stesso arco di tempo è calato il numero dei disoccupati che da 4,4 regredisce a 4,2%. Se la percentuale vi sembra irrisoria basta confrontarla a quella del resto dell’Europa dove la disoccupazione sembra scesa ma resta salda ad un 9,5%.

Aumentano i lavoratori stranieri

Questo è un dato particolarmente interessante. Perché in Svizzera aumentano occupati e frontalieri il che vuol dire che aumentano i lavoratori stranieri. Considerando lo stesso periodo di tempo (giugno 2014-giugno 2015) si evince che il numero  degli occupati stranieri è cresciuto più di quello degli occupati svizzere: 1,9% contro 1,4%. Nei dettagli si può vedere come i lavoratori stranieri sono aumentati in maniera più sensibile tra coloro che hanno un permesso B o L, seguiti proprio dai frontalieri. Tali permessi B e L diciamo sono quelli relativi a soggiorni di 12 mesi e più.

Nei dettagli

I dettagli mettono in luce come sia abbastanza strutturata e composita la situazione. Fino a giugno del 2015 era aumentato dell’1,5% il numero di occupati rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. E a crescere sono più le percentuali del lavoro femminile (+1,9%) rispetto al lavoro maschile cresciuto comunque di un altro 1,2%. Ancora più lusinghieri i dati se si considerano gli occupati a tempo pieno che crescono dell’1,1% per gli uomini e del 2,7% per le donne.
Sbalorditivi, ancor più se confrontati a quelli italiani, i dati relativi alla disoccupazione giovanile, vero dramma. In Svizzera i giovani tra i 15 e i 24 anni che non hanno un lavoro sono il 6,4%, in discesa rispetto al 7,7% dello stesso periodo del 2014. Pensate che nell’Unione Europea è del 20,3.
Insomma la Svizzera continua a macinare numeri in netta controtendenza rispetto al resto d’Europa e, per ora, non sembra chiudere le porte ai lavoratori stranieri. Per prendere visione delle offerte di lavoro in Svizzera consultate la specifica sezione del nostro sito e quella del sito www.lavoroinsvizzera.it

Articolo visualizzato 708 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *