Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Stipendi in Italia e all’estero

L'Italia è ai livelli più bassi tra i paesi OCSE per quanto riguarda gli stipendi. Cosa succede all'estero?

forbesArgomento spinoso quello degli stipendi in Italia e all’estero, confronto spesso impietoso, e tra i motivi che spingono sempre più persone a cercare lavoro all’estero: mancanza di occupazione, poca meritocrazia e anche stipendi bassi non fanno certo ben sperare per il futuro. Attorno a questo tema si scatenano le più varie considerazioni, alcune serie altre un pò meno, alcune fatte apposta per cavalcare l’onda del malcontento altre per dare davvero informazioni. E, come spesso succede, spuntano le classifiche. Ce n’è una, stilata dalla rivista Forbes, che indica quali siano le 10 città del mondo dove gli stipendi sono più alti.

Come è fatta questa classifica? La rivista ha calcolato la retribuzione media oraria lorda, netta, l’incidenza delle tasse e i giorni di ferie. Da questa classifica emergono alcun conferme e alcune sorprese. Una sorpresa è, per esempio quella di trovare in questa classifica una città come Dublino, capitale di un paese di cui al momento si sente poco parlare ma che non ha più un’economia in corsa come qualche anno fa. Ai primi due posti comunque troviamo due città svizzere.

Ma vediamo la classifica:
• Zurigo retribuzione lorda all’ora 30,30, netta 22,60, incidenza tasse e pensioni 46%
• Ginevra retribuzione lorda all’ora 29,20, netta 20,40 incidenza tasse e pensioni 30%
• New York retribuzione lorda 26,10, netta 19,00, incidenza tasse 28%
• Dublino retribuzione lorda 22,00, netta 18,70 incidenza tasse 15%
• Lussemburgo retribuzione lorda 22,40, netta 18,20 incidenza tasse 18%
• Copenaghen retribuzione lorda 32,80, netta 17,70 incidenza oltre il 46%
• Los Angeles retribuzione lorda 23,90, netta 17,40 incidenza tasse 27%
• Oslo retribuzione lorda 24,40, netta 15,80 incidenza tasse 35%
• Helsinki retribuzione lorda 21,30, netta 15,70 incidenza tasse 25%
• Miami retribuzione lorda 21,10, netta 15,70 incidenza tasse 25%
Le classifiche sono sempre molto schematiche e non possono entrare nei dettagli ma se questa di Forbes è vera fornisce comunque alcune indicazioni.

Sempre legato all’argomento stipendi all’estero può essere interessante per i nostri lettori vedere cosa succede in quei paesi che hanno adottato la politica del salario minimo. Secondo dati Eurostat lo stipendio minimo garantito più basso è quello della Bulgaria con 123 euro al mese, mentre il più alto sarebbe quello del Lussemburgo in cui il governo ha stabilito una cifra lorda di ben 1758 euro. In Italia ci sono i contratti nazionali contrattati di volta in volta tra parti sociali, governo e datori di lavoro; ma sono un’altra cosa rispetto al salario minimo garantito. In Germania un operaio che lavora nell’industria automobilistica guadagna circa 2600 euro lordi, tenendo conto delle differenze tra un land e l’altro.

Ma le basi di partenza non sono tutte uguali. E infatti l’Eurostat ha diviso questi minimi salariali in tre grandi aree: la prima, quella con gli stipendi più bassi comprende i paesi della ex Unione Sovietica, i più alti sono quelli del nord e centro Europa. In mezzo troviamo paesi come Portogallo, Spagna e Grecia.

Una cosa che può interessare i lavoratori italiani all’estero è che sono entrate in vigore le nuove retribuzioni da utilizzare per il calcolo dei contributi.
Cosa significa? Significa che c’è stato un aggiornamento di quelle che sono chiamate retribuzioni convenzionali dei dipendenti di imprese italiane all’estero, dove per estero si intende i paesi extra europei non convenzionati con l’Italia in materia di contributi per le assicurazioni obbligatorie. Per avere altre informazioni su questo argomento si può consultare on line il Decreto Interministeriale 7 dicembre 2012.

E concludiamo con una cosa che ci pare molto interessante, sempre per quanto riguarda gli stipendi in Italia e all’estero. Nelle nostre ricerche abbiamo trovato il sito della Michael Page Italia, una società che si occupa di studi di retribuzione: cioè offre consulenza a imprese e professionisti sulle diverse retribuzioni in alcuni settori specifici come banking, human resources, marketing e altri. Si tratta di studi approfonditi delle retribuzioni di alcune professioni molto richieste e che possono servire come base di contrattazione.

Articolo visualizzato 2.509 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *