Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Stati Uniti: non buoni i dati del mercato del lavoro

Stati Uniti: non buoni i dati del mercato del lavoro. Al di sotto delle attese i risultati di maggio

new york
Ultimi dati disponibili

Gli ultimi rilevamenti, quelli di maggio, parlano chiaro: negli Stati Uniti non sono buoni i dati del mercato del lavoro. Nel mese di maggio sono stati creati solo 38mila posti e la cifra racconta del peggior risultato negli ultimi sei anni. Cifra ancora più critica se si pensa che le previsioni si erano azzardate a preventivarne addirittura 158mila. Un dato che sembra contraddire le percentuali della disoccupazione: questa infatti è scesa dal 5% al 4,7%. Ma la spiegazione è, in realtà, più severa di quanto non sembri. Tale diminuzione è, infatti, dovuta al numero di americani che hanno smesso di cercare un lavoro, uscendo così di fatto dalle statistiche. Tutto ciò, unito ad una crescita del PIL ferma ad un modesto 0,8%, sta rimettendo in discussione non solo le previsioni ma anche le azioni concrete.

Prima di tutto quelle della FED che voleva alzare i tassi di interesse. Ora, i numeri sull’occupazione si sono inseriti a gamba tesa mettendo fortemente in crisi questa ipotesi.

Una stretta

I dati non buoni del mercato del lavoro negli Stati Uniti hanno dunque imposto una stretta sulle azioni della FED. Anche perché è stato lo stesso Dipartimento del Lavoro che ha dovuto ammettere di avere sparato troppo alto sulle previsioni anche dei mesi di marzo e aprile. Un bimestre che ha visto la creazione di oltre 59mila posti in meno. Un dato decisamente non positivo. E purtroppo i numeri non raccontano una storia bella anche su altri fronti, sempre legati al lavoro. Non solo stipendi stagnanti ma anche partecipazione alla forza lavoro che è scesa al 62,6%, toccando il minimo di questo anno. L’ultimo trimestre poi ha visto ridursi della metà la media dei nuovi occupati che dai 219mila dell’anno scorso sono scesi a 116mila.

Dettagli

I dettagli sui dati del mercato del lavoro negli Stati Uniti evidenziano anche i settori e le loro dinamiche. Il settore che ha creato nuova occupazione sembra essere stato soprattutto quello sanitario che ha dato vita a 46mila nuovi posti. Male il settore manifatturiero che ne ha persi 18mila. Malissimo il settore delle telecomunicazioni che, nonostante la sua nomea di innovazione, di posti ne ha persi oltre 37mila. Invece sono 10mila i posti lasciati sul campo dal settore minerario. Sta crescendo invece il settore pubblico dove il numero di dipendenti pare sia cresciuto di 13mila unità.

Fonte Il Sole 24 ORE

Articolo visualizzato 253 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *