Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Start up russe: qualcuno ci investe

Il mondo degli affari, si sa, si muove spesso in controtendenza rispetto a quello della politica e delle sue decisioni. Nonostante i rapporti non sempre facili tra Russia ed Unione Europea la Russia resta terra di investimenti

Ambiente imprenditoriale
Certo sono cambiate e, per certi aspetti, continuano a cambiare le dinamiche del mondo imprenditoriale russo. Dietro le rivalità e i bracci di ferro di facciata il mondo degli affari continua la sua strada, che è quella di fare soldi la dove possibile. E la Russia resta, sotto molti punti di vista, una terra in cui l’imprenditoria si muove con la stessa “violenza” dell’occidente. Non ci sono sanzioni che tengano e imprenditori e imprese trovano comunque il modo di fare affari in un paese che, comunque la si pensi, resta interessante dal punto di vista del business. Un mondo che richiede però che si conoscano alcune modalità di azione. Uno dei rami su cui alcuni investono sono le start up russe.

Mondo globale
La dove c’è da investire, se le previsioni di guadagno sono comunque interessanti, gli investitori si muovono. Da questo punto di vista le start up russe sono considerate sia dai venture capitalists sia dagli investitori privati come le start up di qualunque altra parte del mondo. Anzi, per certi aspetti, ancora più interessanti. Tenendo conto comunque di alcune specificità. Per questo molti analisti consigliano, per esempio, di co-investire, in prima battuta, con fondi locali. Considerando anche che co-investimenti sono stimolati e resi interessanti dalla competizione che si è creata anche solo nella regione di Mosca: qui sono attivissimi acceleratori di impresa, parchi tecnologici e incubatori. Alcuni nomi interessanti in tal senso sono:
– Farminers
– Plug and Play

Per quanto riguarda i parchi tecnologici è da ricordare Skolkovo, vero colosso dedicato all’alta tecnologia, poco distante da Mosca e che, grazie anche ad una politica fiscale molto favorevole, voluta dal governo russo, farà la gioia di chi con la Russia vuole continuare a fare affari.

Per investire nelle start up russe un altro incubatore che sta lavorando molto bene è quello di Ingria, a San Pietroburgo che riunisce in sé oltre 70 imprese e che lavora con una snellezza abbastanza sorprendente per queste latitudini

Co-investire
Resta l’opzione migliore soprattutto con le start up russe. Anche per una serie di cambi di tendenza nella dinamicità di molti fondi russi che hanno potentemente accelerato sulla tecnologia. E, per rendere appetibili gli investimenti stranieri, questi fondi hanno adottato, in molti casi, modalità di operatività legate a standard internazionali. Internazionalità che cerca di sopperire, o almeno di rendere meno rischioso, l’investimento in un ambito composto da giovani imprenditori spesso con meno esperienza degli omologhi occidentali. Anche se resta, per ora, preferito dagli investitori occidentali relazionarsi sì con nuove imprese ma che vedano coinvolti imprenditori già di una certa esperienza.

Trasparenza
Uno dei motivi per cui investire nelle start up russe per molti è interessante è anche perché esse sono ancora decisamente trasparenti. Il loro valore infatti è ancora legato alla validità dell’idea e di chi la porta avanti piuttosto che su vantaggi normativi ad hoc: cosa che riguarda molto di più altri rami di impresa che, proprio per questo motivo risentono molto di un clima in cui la corruzione impatta fortissimo. Diciamo che, attualmente, le start up ancora fanno poca gola a chi pensa di poterci guadagnare con la corruzione. C’è però da dire che non sono pochi gli investitori che, pur puntando su start up russe, le registrano in paesi la cui giurisdizione sia occidentale; il motivo è principalmente quello legato alla difesa della proprietà intellettuale.

Articolo visualizzato 214 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *