Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Si espatria anche da Francia e Inghilterra

E non è un tentativo per dire: "Mal comune, mezzo gaudio". Solo un modo per mettere in chiaro alcune cose

emigrazione
Situazione articolata

Si espatria anche da Francia e Inghilterra. Il titolo di questo pezzo non vuole essere consolatorio e non vuole neanche tarpare le ali ai sogni. Solo che, quando si parla di lavorare all’estero, è bene essere seri e, da parte di chi fa informazione, è doveroso essere rigorosi. Troppi sono i siti che parlano di lavoro all’estero come se fosse facile. Non è così. E anche paesi in cui forte è l’emigrazione italiana, i problemi ci sono eccome.

Alcuni dati

Si espatria anche da Francia e Inghilterra. E a dirlo sono i numeri. In Francia, per esempio, nel corso degli ultimi dieci anni, sempre più giovani hanno preferito andarsene. I dati della Camera di Commercio di Paris Ile de France parlano di una cifra che supera gli 80mila. La cosa che preoccupa di più è il dato relativo a quelli che poi rientrano, che sono davvero pochissimi. Certo sono numeri che si spiegano anche con una maggiore tendenza alla mobilità da parte dei giovani francesi. Ma sono anche numeri che indicano come, per certi aspetti, la Francia stia diventando un paese che, dal punto di vista del mercato del lavoro, sta perdendo di attrattiva per i professionisti più qualificati, almeno a livello di curriculum di studi.

I francesi che vivono all’estero sono quasi 2 milioni e quelli attivi lavorativamente parlando, aumentano di circa il 4% ogni anno.

Giovani e dirigenti

Questa mobilità sembra riguardare soprattutto i giovani ma anche i dirigenti e manager di grandi gruppi industriali. Ma a preoccupare è una tendenza all’aumento dell’espatrio anche di capitali e imprenditori. La situazione dunque non è così facile neanche nella vicina Francia. Che però resta ancora tra le mete preferite dagli italiani.

In Inghilterra

Ancora più complessa la situazione in Inghilterra. Mentre moltissimi sono gli italiani attratti dal miraggio londinese, alcuni dati parlano di circa 350mila giovani laureati inglesi che se ne vanno. Secondo il Telegraph, nell’ultimo decennio, sono più di due milioni gli inglesi in età lavorativa che hanno lasciato il paese. Con una tendenza all’aumento. A lasciare il paese sono, in modo particolare, ingegneri, ricercatori scientifici e professionisti dell’informatica.

Giusto per capire che l’Eldorado non esiste da nessuna parte se si leggono bene le cifre.

Articolo visualizzato 308 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *