Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Ristorante italiano in Estonia assume personale

Ristorante italiano in Estonia assume personale a tempo pieno

Il ristorante

Il ristorante italiano che assume in Estonia e La Dolce Vita. Il locale è aperto dal 2003 da italiani e si è specializzato, con successo, proprio sulla cucina del nostro paese. Punto di forza della sua offerta è la pizza fatta con un forno a legna. Cosa che, se per noi non è così strana, ha costituito una bella novità per Tartu, cittadina in cui si trova il ristorante. Oltre alla pizza, i piatti principali del ristorante sono, ovviamente, i primi a base di pasta. Pasta che arriva dall’Italia principalmente e, per il resto, è comunque fatta a mano nello stesso ristorante. I prodotti utilizzati sono tutti italiani.

Dove si trova il ristorante

Il ristorante italiano che assume personale si trova a Tartu, seconda città più importante dell’Estonia e sede di una importante università. Una città molto bella e vivace, sede di un importante e nuovo museo, il Museo Nazionale Estone, da poco inaugurato e che richiama molti visitatori. Una città vivace proprio per la presenza dell’università: basta pensare che i suo quasi 100mila abitanti sono, per più di un quinto, proprio studenti, moltissimi dei quali stranieri. Tartu è uno dei più importanti centri universitari del Nord Europa ma anche capitale culturale dell’Estonia.

Figure ricercate

Il ristorante la Dolce Vita sta cercando camerieri e cameriere da assumere a tempo pieno. Tra i requisiti richiesti:

  • Età compresa tra i 20 e i 30 anni
  • Conoscenza dell’inglese
  • Russo o estone non necessari ma se graditi

L’azienda offre uno stipendio decisamente concorrenziale rispetto alla media estone e commisurato all’esperienza. Non è previsto alloggio compreso nell’offerta di lavoro ma l’azienda offre aiuto per la ricerca.

Per inviare la propria candidatura la mail da utilizzare è service@ladolcevita.ee
Fonte Caboto

Articolo visualizzato 362 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *