Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Obama cambia le regole sull’immigrazione

Obama prende una decisione storica e lo fa ricordando che, testualmente: "l'immigrazione ha fatto grande gli Usa"

chicago

Un paese di immigrati
La decisione di rivedere alcune regole sull’immigrazione nasce, per il presidente Obama, dalla constatazione che gli Usa, in fondo, siano un paese che tanto deve agli immigrati. Tra cui, ricordiamolo, anche molti italiani. Una decisione che riguarderà, in prima battuta, ben 5 milioni di immigrati ma che si estenderà anche ad alcune categorie professionali. Obama ha puntato l’attenzione su quegli immigrati, che sono tanti, che pur volendo rispettare le leggi del paese, non riescono a legalizzare la loro presenza negli Usa. Continuando però a lavorarci in condizione di sfruttamento. Obama ha spiegato che, grazie ad alcuni dei poteri esecutivi, darà il via a tre azioni principali. E qui vogliamo che i lettori del nostro sito stiano ben attenti:
– rafforzare il controllo alle frontiere
rendere più semplice l’ottenimento di visti per immigrati ad alta qualificazione
– attenzione agli immigrati irregolari che possono davvero essere pericolosi.

È importante il secondo punto che riguarda i professionisti di alcuni settori scientifici, matematici e di ingegneria

Cosa cambia
Restando nell’ambito di quei 5 milioni di immigrati, Obama ha spiegato che se essi si trovano negli Usa da più di cinque anni e hanno anche figli nati sul suolo americani possono palesarsi tranquillamente per regolarizzare la loro posizione e ottenere la possibilità di avere un permesso temporaneo. In pratica si tratta di una sorta di ricongiungimento familiare per ora non possibile. Perché se chi è nato in America è automaticamente cittadino americano, tale status non viene esteso ai genitori. Non sarà dunque una green card ma un permesso di soggiorno, valido pare per tre anni e rinnovabile una volta scaduto.

Ovviamente le reazioni della destra non si sono fatte attendere e non sono mancati esponenti politici che hanno definito Obama “un presidente fuori controllo”.

Ma Obama va vanti per la sua strada facendo di questa battaglia, è bene essere realisti, non solo qualcosa di etico. C’è anche un preciso calcolo politico dietro questo. Perché se è vero che le elezioni di midterm hanno portato la vittoria dei repubblicani, è altrettanto vero che alle presidenziali del 2016 ci sarà un piccolo particolare in più: votano molte più persone e, soprattutto, le minoranze etniche. Che sono, ovviamente, quelle maggiormente interessate a queste nuove misure di immigrazione.

Ma il punto che riguarda la maggiore facilità nell’ottenimento dei visti per alcune categorie professionali è qualcosa da tenere attentamente sott’occhio. E che indica anche qualcosa di importante sull’apertura degli Usa verso le professionalità straniere.

Articolo visualizzato 1.483 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *