Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Lituania: economia e lavoro

La Lituania sta davvero facendo registrare performance interessanti dal punto di vista economico: Vilnius, in particolare, sta raggiungendo livelli di vera eccellenza in alcuni settori come quello delle biotecnologie

Lituania, un paese di cui vorremmo parlarvi per alcuni elementi di interesse. Partiamo da alcuni dati legati all’andamento del suo commercio, tanto per capire all’interno di quali dinamiche si muove il paese. I maggiori rapporti commerciali, nel settore delle importazioni, la Lituania li intrattiene (forse abbastanza logicamente) Con la Russia, seguita dalla Germania e dalla Polonia. Per quanto riguarda, più nello specifico, i rapporti commerciali con l’Italia, essi vedono un aumento delle esportazioni Lituane verso l’Italia pari a circa il 2,3%.

Quali sono i settori merceologici maggiormente coinvolti in questo import export? Per quanto riguarda le esportazioni dall’Italia alla Lituania, i due paese commerciano soprattutto macchiinari, autoveicolo e prodotti di carta e cartone; la Lituania invece vende, in particolare, prodotti caseari, chimici e mobili.

Un settore in cui potrebbe essere interessante investire in Lituania è, senza dubbio alcuno, quello alimentare; sta sicuramente crescendo quella nicchia di mercato che si sta rivolgendo verso il consumo di gastronomia di qualità, prodotti tipici e biologici: frutto di una maggiore sensibilizzazione verso questo genere di prodotti  e di una crescita della domanda interna lituana.

Ma anche altri settori sono costantemente monitorati per capire le possibilità di investimento; in tal senso il mercato lituano fa registrare elementi di interesse (anche per aziende medio piccole) in ambiti come quello della meccani e dell’elettronica, in quello dell’imballaggio e delle attrezzature medicali.

Molti osservatori individuano in alcuni fattori specifici l’attrattiva della Lituania a livello imprenditoriale e occupazionale:
• la sua posizione geografica
• le infrastrutture ICT
• una politica che si sta aprendo sempre più agli incentivi per gli investimenti esteri.

Il primo fattore (quello geografico) beneficia della vicinanza della Lituania ai paesi scandinavi e alla Russia. Tutto ciò fa della Lituania, come dice il sito infomercati.it, la “piattaforma logistica per gli scambi”.

Le infrastrutture ITC beneficiano del fatto che (sorprendentemente) la Lituania dispone di una rete internet tra le più veloci d’Europa.

Gli investimenti sono invece aiutati da una politica governativa incentivante e dai costi decisamente ancora bassi per installare lì le imprese.

Ma dov’è la vera eccellenza e quindi il segmento occupazionale da tenere d’occhio? Senza dubbio quello delle biotecnologie. Dati ufficiali messi insieme anche da analisti della Farnesina e del nostro Ministero, parlano della Lituania sempre più come leader nel settore biotecnologico con un giro d’affari di oltre 50 milioni di euro. Le maggiori possibilità si concentrano a Vilnius dove operano aziende come Sicor Biotech o Sanitas Group che sono state acquistate, in tutto o in parte, da colossi multinazionali. Vera eccellenza è l’Istituto di Biotecnologia di Vilnius ma, in genere, l’offerta formativa in questo campo è fatta da cinque ottime università e altri istituti di ricerca. Sempre a Vilnius c’è un importantissimo polo tecnologico per la ricerca medica e farmacologica.

Un altro settore economico importante e lavorativamente interessante, è quello dell’ITC, forse quello più dinamico e con le maggiori prospettive di crescita. Secondo dati ufficiali ben 13 delle 20 maggiore imprese del settore delle repubbliche baltiche si trovano in Lituania; e questo settore da lavoro a quasi 40000 persone. In questo ambito operano due delle più importanti aziende dell’ITC a livello mondiale come la Pixelmator e la GetJar.

vilnius lituania

Altro fiore all’occhiello dell’industria lituana ( e da tenere sotto osservazione per le opportunità di lavoro) è il settore altamente tecnologico rappresentato dalle tecnologie laser. Le aziende lituane del settore, tanto per capirne l’importanza, detengono il 50% del mercato globale. In generale i produttori di queste tecnologie fanno business con oltre 100 paesi tra cui USa, Giappone, Israele e Svizzera. Un settore che, globalmente, ha fatto registrare una crescita del 20%.

Nonostante la crisi che ha investito più o meno tutto il vecchio continente, la Lituania ha fatto registrare un aumento della sua economia del 3% nel 2012 ed è previsto in crescita anche nel 2013. Dato particolarmente interessante è quello della disoccupazione che è diminuita nel 2012 attestandosi attorno ad una percentuale che è la più bassa anche rispetto a quella del 2009 quando cominciò una vera recessione. Resta purtroppo alto il tasso di disoccupazione giovanile.

Alcune aziende che hanno cominciato un’espansione in Lituania, dando vita anche ad un numero interessante di assunzioni sono anche la Barclays nel settore bancario, l’IKEA, la catena internazionale di alberghi Accorhotel, la Lidl e la Transcom.

Per chi fosse interessato ad approfondire ulteriormente l’argomento dell’economia lituana, consigliamo di consultare in rete l’interessante documento “Vilnius, l’economia è in ripresa. Ora vuole diventare un business hub” pubblicato sul sito Diplomazia Economica Italiana.

Articolo visualizzato 2.721 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *