Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

L’economia del Portogallo torna a crescere

Dopo anni di profonda crisi, l’economia del Portogallo torna a crescere

Quadro generale

Due anni fa Antonio Costa andò al governo, portandosi dietro molti timori rispetto alle sue effettive capacità di risanare la situazione del paese. Oggi, dopo due anni, l’economia del Portogallo torna a crescere e molti osservatori, con la solita mania degli slogan, cominciano a parlare di “modello Portogallo”. Forse è esagerato ma è indubbio che l’economia del Portogallo stia crescendo e può essere interessante cercare di capire come.

In maniera sintetica si può dire, per cercare di rimanere nel semplice, che Costa è riuscito, fino a qui, a fare alcune cose, nello specifico:

  • Mantenere un saldo equilibrio tra spirito europeista ma rifiuto della politica di rigore
  • Ridistribuzione del peso fiscale
  • Investimenti nel sistema sociale
  • Innalzamento dei salari per aiutare le classi più deboli.

Sembra la scoperta dell’acqua calda ma, queste cose, sono quelle grazie alle quali l’economia del Portogallo ha ricominciato a crescere.

Una politica fatta di pochi slogan e poche strizzate d’occhio alle convenienze elettorali ma più pragmatica e capace di tenere insieme una coalizione che, all’inizio, sembrava poco duratura. Ma Costa è stato un bravo equilibrista, come dicevamo, riuscendo a combattere la politica del rigore in cambio di un mantenimento di alcuni caposaldi europeisti.

Parametri positivi

L’economia del Portogallo torna a crescere e anche i dati  OCSE lo confermano. Grazie soprattutto ad una serie di riforme strutturali e non elettorali che, in due anni, hanno portato una riduzione della disoccupazione e un miglioramento dei dati relativi all’export. Risultati che fanno ancora più impressione se si pensa alla situazione in cui, fino a pochi anni fa, si trovava il paese, costretto addirittura a chiedere aiuti europei per oltre 78 miliardi di euro. Il governo Costa ha dato vita ad una serie di interventi soprattutto su:

  • Mercato del lavoro
  • Fisco
  • Concorrenza nella pubblica amministrazione

Certo ci sono ancora molte cose da fare ma la strada sembra essere quella giusta. Le previsioni sono buone sia per questo 2017 ma anche per il 2018. Grazie, in particolare a export e turismo che stanno trainando la ripresa, insieme all’aumento dei consumi privati.

Mercato del lavoro

Qui i dati sono positivi in modo soddisfacente. Le stime indicano un continuo calo della disoccupazione, passata dall’11% del 2016, al 10,5% del 2017 fino ad un previsto 10% nel prossimo anno. Certo, la percentuale resta alta ma bisogna considerare la situazione in cui si trovava il Portogallo.

La scommessa, ora, è quella di mantenere la riduzione del deficit e del debito, continuando nell’incrementare alcune cose come:

  • Export
  • Turismo
  • Ripresa continua dei consumi interni
  • Ulteriore rialzo degli stipendi

Tutti elementi che continueranno ad avere positive ricadute sia in termini occupazionali sia in termini di gettito fiscale. Senza strozzare nessuno.

Articolo visualizzato 154 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *