Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Le città più costose per gli expat italiani

Quali sono le città più costose per gli expat italiani? Vediamolo secondo una classifica stilata da una delle più importanti società di consulenza mondiali, la Mercer

hong kong
La più cara

Cost of living è il nome di un’indagine che la società di consulenza Mercer ha svolto per capire quali sono le città più costose per gli expat italiani. E, diciamolo subito, la più cara in assoluto è risultata Hong Kong mentre, in Europa, la palma per la città più cara sembra essere Zurigo. Questo non significa certo che lavorare in quelle due città non possa essere un’esperienza interessante. Anche perché, si presume, gli stipendi sono rapportati al costo della vita.

I parametri che questa indagine ha preso in considerazione per capire quali siano le città più costose per gli expat italiani sono molteplici. Il primo parametro è, sicuramente, l’affitto, la voce più impattante sul costo della vita. Ma altri parametri presi in esame sono:
– costo dei beni
– costo dei prodotti
– costo dei servizi.

In base a questi parametri Hong Kong è risultata essere la città più costosa in assoluto. Qui, tanto per fare un esempio, un appartamento di tre stanze può arrivare a costare seimila euro. Però l’insieme dei parametri utilizzati ha portato, abbastanza inaspettatamente, una città come Luanda, ai primi posti di tale classifica.

L’indagine

Più nel dettaglio l’indagine svolta da Mercer per stabilire quali siano le città più care per gli expat italiani (che è ormai arrivata alla 22° edizione) ha preso in esame i medesimi parametri per tutte le città studiate. Le città prese in considerazione sono state ben 209 e i parametri usati sono stati:
– casa
– trasporti
– cibo
– vestiti
– tempo libero

Questa indagine non è uno studio fine a sé stesso ma risponde ad un’esigenza precisa e cioè quella di offrire un quadro preciso alle diverse multinazionali affinché stabiliscano l’adeguato stipendio ai dipendenti che lavorano all’estero.

Ai primi posti ci sono, forse non inaspettatamente, città asiatiche. Oltre ad Hong Kong, infatti, il quarto e quinto posto sono occupati rispettivamente da Singapore e Tokio. Il terzo posto invece spetta all’europea Zurigo. Settima Pechino e ottava Ginevra

In Europa

Restando in Europa, tra le città più care per gli expat italiani, la classifica mostra Berna al 13° posto, Copenaghen al 24° e Parigi al 44°. Tra le più ambite Vienna che mantiene il suo 54° posto. La posizione delle città Europee è rimasta abbastanza stabile rispetto alla scorsa edizione anche perché, oltre alla relativa stabilità dell’euro, sono state stabili alcune condizioni socio-politiche che rientrano tra le normali variazioni dei prezzi.

Potrebbero esserci cambiamenti ulteriori verso il basso, dopo la Brexit, per città come Londra e Birmingham. In Germania, nazione molto ambita dagli expat italiani, la città più cara risulta ancora Monaco, seguita da Francoforte e Dusseldorf, tutte e tre in leggera salita rispetto allo scorso anno. Oslo, in Norvegia diventa più economica andando ad occupare la 59° posizione contro la precedente 28°.

Stati Uniti

Molti lavoratori italiani vorrebbero espatriare negli USA. Per quanto riguarda la classifica, troviamo cinque città americane tra le prime cinquanta città più costose per gli expat italiani:
– New York
– Los Angeles
– San Francisco
– Chicago
– Honolulu

Fuori da Europa e Stati Uniti, tra le città più costose Tel Aviv, Dubai e Abudabi. Scendono un po’ nel costo della vita città come Sidney e Melbourn, Brisbane e Canberra anche per la svalutazione subita dal dollaro australiano.

Articolo visualizzato 342 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *