Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Lavoro ed economia in Canada

I dati più recenti che riguardano l'economia e l'occupazione canadese sono estremamente positivi. Guardiamoli nel dettaglio di questo articolo del blog di lavorareallestero.it

Ci piace iniziare questa nuova avventura del blog di lavorareallestero.it con buone notizie. E le buone notizie arrivano dal Canada, paese in cui il lavoro e l’economia hanno fatto registrare dati decisamente confortanti. Secondo i dati ufficiali dell’Istituto di Statistica il lavoro in Canada sembra beneficiare di alcune sorprese come quella che vede la percentuale di disoccupazione scendere al 7,1%, il dato più basso degli ultimi anni.
La notizia, pubblicata anche dal Corriere Canadese, uno dei più importanti giornali italiani di Toronto, sta facendo il giro tra gli italiani che stanno pensando ad un’esperienza di lavoro in Canada.

Ma, nello specifico, cosa significa?
Significa che, sempre secondo i dati dell’Istituto di Statistica, nel corso dell’ultimo mese dello scorso anno, sarebbero nati 40000 nuovi posti di lavoro, la maggior parte dei quali nel dinamico Ontario, lo stato che sta facendo registrare le performance più positive. In difficoltà invece la Nova Scotia. E quelli di cui vi abbiamo dato notizia sono i dati su base mensile, ma sono decisamente positivi anche quelli che prendono in considerazione tutto il 2012, anno in cui sono aumentati nel complesso gli occupati e, sempre secondo l’Istituto di Statistica, anche i contratti a tempo indeterminato.

Lavoro ed economia in Canada vanno di pari passo e indicano un andamento decisamente molto diverso rispetto a quello italico.

Ma perché pensare di lavorare in Canada?
Perché gli ultimi dati parlano dell’economia canadese come della più stabile al mondo. Il paese tra il 2000 e il 2010 ha vissuto un decennio incredibile, fatto di una crescita del PIL che ha fatto registrare aumenti medi annui del 2%, e tra il 2011 e il 2012 l’aumento è continuato, toccando la punta massima nel primo semestre del 2011 con un +3,5%.

Ma perché l’economia canadese funziona?
Tra i fattori principali vi è a fortunata disponibilità di materie prime tra cui petrolio, gas e metalli preziosi; a ciò si aggiunge una politica che sta puntando molto sulle esportazioni e su provvedimenti fatti apposta per aumentare il numero di investitori stranieri.

mappa del canada

E la finanza che peso ha in questo?
Mentre in Europa e in America la finanza non sta certo facendo registrare alti indici di popolarità, coinvolta com’è nella crisi dell’economia reale, in Canada, a dare sostegno al lavoro e all’economia, vi è invece una notevole stabilità finanziaria. Tra le banche più solide si trovano addirittura quattro istituti di credito canadesi tra cui la Toronto Dominion Bank e la Royal Bank of Canada. E quanto un sistema bancario solido possa influire anche sul mercato del lavoro è qualcosa che in Italia si sa molto bene proprio perché si vedono, al contrario, gli effetti negativi di una finanza troppo legata al sistema politico.

Ma allora è tutto ok?
Il paradiso in terra non esiste ovviamente e anche il Canada ha qualche elemento di debolezza, per ora rappresentato da un aumento dell’inflazione e da una notevole crescita dei prezzi nel settore immobiliare. E quanto sia importante il costo delle case sulla qualità della vita delle persone non è un mistero. Il rischio di una bolla immobiliare non è trascurato da alcuni analisti ma in complesso i dati su economia e lavoro sono incoraggianti e dinamici.

Per ulteriori informazioni sul Canada consultare il sito www.lavoroincanada.it

Articolo visualizzato 4.640 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *