Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Lavorare nell’informatica: è Stoccolma il top

Stoccolma, una città che ha puntato intelligentemente sulla cultura digitale. Facendone non solo un'eccellenza ma anche un'economia in espansione

Fattori chiave
Perché lavorare a Stoccolma nell’informatica può essere ora la scelta giusta? Perché la città è diventata un vero e proprio centro high tech di eccellenza seconda solo alla California. E questo è solo il logico punto di arrivo di di una politica statale che già da un ventennio ha puntato su alta velocità e, addirittura, sostegni e incentivi per gli acquisti di computer. Una serie di sinergie che ha, non solo cambiato il tessuto tecnologico, ma anche un certo tipo di mentalità.

A questo vero e proprio fenomeno, come ci ricorda anche la testata Startupitalia.it, ha dedicato un lungo e articolato servizio anche il prestigioso Telegraph.

Location innovativa
Anche per questo clima così orientato all’innovazione, e sostenuto concretamente, Stoccolma  e la Svezia tutta sono diventate la culla, negli ultimi dieci anni, di alcune delle migliori start up tecnologiche, veri e propri fenomeni divenuti ancora più consolidati nel tempo. Basti pensare a Skype, Spotify o il celeberrimo gioco Candy Crush. Tutte aziende ormai solide che o ricevono ancora enormi finanziamenti o hanno comunque fatto la fortuna dei loro ideatori; basti pensare a Skype che è stata comprata da eBay per una cifra vicina ai 3 miliardi di dollari. Sempre secondo la testata citata prima, per quanto riguarda l’high tech, la densità di successi in Svezia è davvero sorprendente: 6,3 società miliardarie ogni milione di abitanti.
Il fatto che la Svezia abbia una popolazione contenuta ha, in un certo senso, contribuito da stimolo. Cosa significa? Che le aziende tecnologiche hanno capito subito che dovevano puntare all’internazionalizzazione perché il mercato interno non avrebbe costituito un bacino sufficiente. E si sono poste fin da subito in quell’ottica. Non è un caso che colossi svedesi come Saab, Electrolux o Ericson siano state tra le prime a fare recruitment via internet e quindi globalmente.

Il ruolo della politica
Come dicevamo il ruolo della politica è stato fondamentale. Il sostegno alla banda larga, incentivi e altri provvedimenti hanno contribuito a seminare una mentalità, un modo di vedere le cose. Si può davvero parlare di “rivoluzione digitale” come fenomeno culturale. Un humus che ha portato la Svezia, e soprattutto Stoccolma, ha creare una sorta di cultura d’impresa basata sulla condivisione di dati e sulla collaborazione reciproca. E questo ha portato ad ulteriori successi se si pensa che anche i maggiori siti proprio di file sharing sono svedesi.

Finanziamenti al top
Ed è abbastanza chiaro come, con questo clima alle spalle, siano ingenti anche i finanziamenti. I dati parlano chiaro: nel solo 2014 le società high tech svedesi hanno ricevuto qualcosa come 788 milioni di dollari tra venutre capital e growth capital. Grazie al successo di alcune aziende, come appunto l’ultima nata Spotify, Stoccolma sta diventando il centro del mondo per le start up tecnologiche. Una vero flusso di denaro e attenzione che ha fatto della città il secondo più importante hub tecnologico del mondo. Basti pensare che lo svedese Candy Crush lo scorso anno, alla borsa di New York, ha avuto una valutazione superiore ai sette miliardi di dollari.
Insomma se avete un’idea o lavorate nel settore high tech è a Stoccolma che dovete guardare.

Articolo visualizzato 963 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

Un Commento

  1. Mi chiamo asim ho 20 venti anni e mi piace il lavoro e poi io ci conosco lingua italiana e poco inglese e ho documenti illimitati in italia e poi ho patente Categoria B e ho preso qualifica metalmeccanico
    E ho fatto i lavori mercato officina meccanica e azienda metalmeccanica e in campagna e al fiera e poi in mercato

    Ci aspetto vostra rispota
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *