Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Lavorare nel turismo in Lituania

Alcuni dati per far capire cosa potrebbe significare investire e lavorare nel turismo in Lituania. Soprattutto se si ha un'idea rivolta al mercato italiano

Alcuni numeri

Lavorare nel turismo in Lituania vuol dire farlo in un paese che, da questo punto di vista, sta facendo registrare ottimi risultati. Gli ultimi dati completi, relativi al 2014 e primi tre mesi del 2015, parlano di una crescita di quasi l’8,5% rispetto a solo un anno prima. E a crescere particolarmente è proprio il turismo italiano. Sono dati dell’ente lituano del turismo a dare questo dato davvero interessante. Per chi, dall’Italia, pensasse di lavorare nel turismo in Lituania, un numero su tutti: il mercato italiano cresce di quasi il +17%. Nei dettagli i nostri connazionali dormono anche di più in hotel, portando i pernottamenti a + 17,3%

Se questi sono i numeri rispetto al solo mercato italiano, ancora più rilevanti diventano se si pensa al contesto generale. Infatti il mercato italiano è “solo” al decimo posto. Questo può far capire come sia florida la situazione generale dell’industria del turismo in Lituania che vede, al primo posto, il mercato russo, e a seguire quello americano. Le opportunità sono davvero tantissime.

Un programma strutturato

Questi dati sono il frutto di un progetto strutturato e di una strategia a largo raggio. Che si basa, tra le altre cose, su una fortissima sinergia tra municipalità e associazioni di categoria. Oltre ad un continuo coinvolgimento tra i vari protagonisti del settore. Un mercato ancora abbastanza nuovo e che, proprio per questo, ha ancora molti spazi di manovra in diversi ambiti. Infatti il governo ha adottato tutta una serie di nuove norme della legge sul turismo che creano nuovi spazi di manovra, sia dal punto di vista del marketing sia da quello di implementare e studiare nuove strategie.

Ottimismo

C’è molto ottimismo e fermento nell’industria del turismo in Lituania. Ma non è certo un ottimismo senza basi. Dopo un 2014 da record i risultati stanno continuando a farsi sentire. E tutto questo lavoro ha comportato, solo per fare un esempio, il fatto che secondo la Lonely Planet la Lituania è salita al 3° posto nella classifica dei paesi da visitare per questo scorcio del 2015 e per il prossimo 2016. I dati per il primo trimestre del 2015 parlano chiaro:
– i primi tre mesi sono arrivati visitatori per un +5,1%
– l’incremento del mercato italiano è stato di un complessivo +37,7%
– aumentato anche il numero medio delle notti durante le quali gli italiani si fermano in Lituania
Per imprenditori e professionisti italiani, dunque, lavorare nel turismo in Lituania può essere davvero una bella occasione. Anche perché la Lituania sta investendo molto su questo specifico mercato. A dimostrazione di ciò il fatto che l’Italia è l’unico paese dell’Europa meridionale in cui l’Ente del Turismo Lituano ha una sede.

Il turismo comincia ormai ad essere uno dei settori principali dell’economia lituana. Basti pensare che, in termini di esportazioni di servizi, si sta parlando di oltre il 15% delle esportazioni totali. Una situazione che si può spiegare, in parte, anche dal fatto che, ciò che riguarda alcuni costi, come quelli amministrativi, stipendi, costi di promozione di aree protette, sono finanziati con fondi pubblici. Esiste anche un Fondo Ambientale per l’assistenza esterna.

Alcuni piani

In Lituania, negli ultimi anni, sono stati attivati molti piani di sviluppo turistico. Vogliamo ricordare, solo come esempi:
– Piano di Sviluppo del Turismo Nazionale
– Piano dell’Azione Ambientale

Le istituzione costantemente coinvolte in questo genere di piani e progetti nazionali, che, per chi volesse lavorare nel turismo in Lituania, potrebbe essere interessante contattare sono:
– Associazione del Turismo Lituano
– Associazione degli Albergatori Lituani
– Associazione Nazionale degli Albergatori e Ristoratori
– Associazione del Turismo Rurale
– Associazione per l’organizzazione dei tour turistici
– Associazione degli Ostelli della Gioventù Lituana
– Unione dei Viaggiatori Lituani

Un paese che può contare, sicuramente, su una bellezza davvero notevole e un territorio che per oltre il 12% e patrimonio naturale di cui è stata imposta la tutela. Bellezza e tutela che diventano una nicchia di turismo le cui potenzialità non sono ancora state sviluppate completamente. Buonissime anche le risorse che arrivano e, ancora di più, possono arrivare dal turismo culturale.

Tre azioni, in particolare, sono quelle che stanno costituendo la strategia nazionale per implementare ulteriormente il turismo. E si tratta di:
– Investimenti in progetti di sviluppo a lungo termine
– Aumento di investimenti stranieri
– Aumento delle privatizzazioni per incrementare proprio gli investimenti stranieri.

Ma, come sempre, sono proprio i punti di “debolezza” a poter rappresentare quei settori in cui investire. Perché sono molte le cose che possono ancora essere migliorate, come le strutture di accoglienza, la gestione amministrativa delle aree e delle risorse stesse e la parte legata alla comunicazione e “vendibilità” delle informazioni. Dunque una sorta di terra di conquista imprenditoriale.

Del resto le potenzialità ancora inesplorate dell’industria lituana turistica sono facilmente comprensibili se si pensa alle connessioni che il turismo può avere con:
– tecnologie per la tutela ambientale
– implementazione del settore trasporti
– agricoltura

Insomma pensiamo all’indotto e a quali opportunità può offrire.
La Lituania potrebbe avere bisogno di professionisti per molti ambiti, come, per esempio, quello della creazione di un brand Lituania, o quello di chi sappia lavorare nella diversificazione delle strutture ricettive e relativi servizi. Enormi opportunità possono arrivare anche dal miglioramento delle infrastrutture legate al turismo marino e dei bacini idrici del paese. Basti pensare che la Lituania ha qualcosa come oltre 900 chilometri da canali navigabili e sta investendo per completare l’arteria navigabile di alcune aree, per costruire traghetti passeggeri e sulla progettazione di alcuni porti.

Articolo visualizzato 609 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *