Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Lavorare in Uruguay

Con un'Europa sempre più in crisi, un mercato asiatico che sta facendo i conti con la frenata dell'economia cinese, il Sud America sta diventando un'area geo-economica interessante

Quadro generale

Lavorare in Uruguay perché? Perché è un paese che, secondo moltissimi indicatori macroeconomici è in crescita e all’interno di un’area uscita dalla crisi. Lavorare e fare investimenti in Uruguay oggi sta diventando molto interessante anche per una politica di incentivo agli investimenti stranieri attraverso una serie di azioni di esenzioni e agevolazioni fiscali per chi investe nel territorio. Esenzioni fiscali che mirano, soprattutto ad agevolare quelle azioni imprenditoriali dal forte impatto positivo sull’export, sulle produzioni ad alto valore aggiunto, sulle tecnologia sostenibile e, cosa di non secondaria importanza, sulle attività di ricerca.
Il know-how italiano, sia per imprenditori sia per professionisti che vogliono lavorare in Uruguay è particolarmente favorito in settori quali:
– agroalimentare
– macchinari e tecnologia per la lavorazione della pelle
– tecnologia energie rinnovabili

Settori forti

Capire quali sono i settori forti significa anche farsi un quadro generale di quelli in cui maggiori sono le opportunità per lavorare in Uruguay. Molto bene sta andando il settore delle costruzioni proprio per le opportunità crescenti dell’immobiliare legato anche al turismo e in quello delle infrastrutture in generale. Il conseguente piano di sviluppo ferroviario, viario e portuale porta con sé sempre maggiori investimenti e relative opportunità di lavoro. Non a caso ci sono moltissimi contatti in corso con alcune delle maggiori imprese italiane del settore della cantieristica navale. E nel settore della logistica, da sempre strettamente correlato con quello infrastrutturale, il colosso italiano GAVA S.p.A ha aperto qui la sua sede amministrativa per tutto il Sud America.

Quadro economico

L’economia dell’Uruguay sta facendo registrare ottimi risultati. Solo nel primo trimestre di quest’anno la crescita è stata di oltre il 4%. Tale crescita, doppia addirittura rispetto allo stesso periodo del 2014, si deve in gran parte al miglioramento dei dati relativi al consumo interno, indice importante per valutare il potere d’acquisto della popolazione. Ma molto bene si sta comportando anche il settore dell’export cresciuto del 5%, l’industria manifatturiera e quella dei trasporti cresciuta di oltre il 6%.

Ma, per concentrarci sugli investimenti esteri (fattore fondamentale di crescita) segnaliamo alcuni dati ufficiale riportati sul sito infomercatiesteri e pubblicati dall’agenzia governativa per la promozione degli investimenti:

– negli ultimi due anni l’ammontare di investimenti esteri diretti (IDE) nel paese hanno rappresentato il 37% del PIL, superando le percentuali di Argentina e Brasile e seconde solo a quelle del Cile. Nel biennio considerato quasi il 3% di tutti gli investimenti esteri in Sud America è stato fatto in Uruguay. Settori trainanti di questi IDE:
– costruzioni
– alberghiero
– servizi finanziari
– logistica
– turismo
– immobiliare

Ed è proprio il turismo il settore forse da tenere maggiormente d’occhio.

Settore del futuro

E, probabilmente, il settore che nei prossimi anni darà tra le maggiori opportunità per lavorare in Uruguay sarà proprio il turismo. Che sta crescendo in modo esponenziale da vent’anni a questa parte. Al punto che, attualmente, le esportazioni di servizi turistici hanno superato quelle della carne, da sempre fulcro dell’export dell’Uruguay. In pratica, oggi, quella turistica è la seconda industria del paese.

Ma, con il miglioramento delle condizioni economiche del paese, quella che prima era una meta molto ambita dagli espatriati in pensione, ora sono molti quelli che vanno a lavorare in Uruguay all’interno delle sempre più numerose multinazionali presenti nel paese comprese anche molte banche. Queste ultime stanno facendo registrare un interessante capacità di occupazione per l’incremento dei vari servizi finanziari e assicurativi legati proprio alla crescita del turismo e delle imprese estere in genere.

Articolo visualizzato 748 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *