Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Lavorare in Germania: cosa si può negoziare nel contratto

Ogni paese ha le sue leggi e le sue norme contrattuali in termini di lavoro. Ovviamente anche la Germania ha norme collettive. Però vi sono alcuni elementi che possono essere negoziati. Vediamone alcuni

Ferme restando le leggi che regolamentano i contratti tedeschi, vi sono indubbiamente alcuni punti che possono essere negoziati con il datore di lavoro. Il consiglio è quello comunque, in caso di controversia o di ambiguità interpretativa, di chiedere la consulenza di un avvocato. In ogni caso, in base alla nostra esperienza e a quella di molte persone che lavorano in Germania, vi sono alcuni aspetti su cui si può focalizzare l’attenzione e che vale la pena chiarire subito con il proprio datore di lavoro.

La prima cosa è stabilire quali sono esattamente i compiti previsti dal contratto che state firmando. Questo serve per per chiarire, senza ambiguità, quali sono i compiti che vi aspettano, di cosa vi occuperete con esattezza e, cosa non secondaria, stabilire quali siano le vostre effettive responsabilità. È importante che questo sia ben stabilito e, possibilmente, per iscritto, onde evitare cambiamenti e decisioni unilaterali dell’azienda.

berlino

Un’altra cosa molto importante è controllare se nel vostro contratto è nascosta, da qualche parte una clausola che prevede il così detto patto di non concorrenza. Questo consiglio riguarda in particolare quei professionisti qualificati le cui competenze sono particolarmente preziose e, spesso ben remunerate. Se è legittimo che l’azienda che vi assume si tuteli in qualche modo, è altrettanto legittimo che voi siate liberi di mettervi sul mercato a seconda delle vostre esigenze e aspirazioni. Una clausola di questo tipo potrebbe vincolarvi per un periodo spesso incompatibile con le dinamiche del mercato del lavoro.

In qualche modo legato a quanto detto sopra è l’argomento preavviso. Discutete e stabilite in modo chiaro qual è il tempo di preavviso che siete tenuti a dare al vostro datore di lavoro nel caso troviate un nuovo impiego. Stabilite subito cosa comporta, in termini economici, eventualmente liberarsi prima di detto periodo o concordate un periodo di preavviso non eccessivo.

Capire e chiarire quale sia la parte variabile dello stipendio. Se il vostro contratto prevede una parte fissa e una parte variabile (magari legata ai risultati o ad altri elementi) stabilite da subito in cosa consiste questa parte variabile e di che entità sia. Questo è consigliabile per evitare una contrattazione ogni volta che le condizioni cambiano. Certo, ormai nel lavoro ci vuole flessibilità, ma ci sono accordi che non possono cambiare strada facendo.

Questo all’interno di un mercato e di una regolamentazione che, comunque, prevede alcune norme generali come l’orario settimanale, generalmente di 40 ore; anche se vi sono alcuni accordi e alcune aziende in cui l’orario si riduce fino a 35 ore settimanali. Norme abbastanza universali sono quelle legate al periodo di prova che non può comunque superare i sei mesi.

Per altre informazioni consigliamo di consultare in rete i diversi documenti disponibili riguardo il Diritto del lavoro tedesco.

Articolo visualizzato 337 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

Un Commento

  1. Buongiorno, dovrei porre una domanda: all’interno del mio contratto di lavoro in Germania è inserito il patto di non concorrenza, questo patto viene pagato per decisione unilaterale da parte dell’azienda? Oppure, come in italia, può essere escluso solo con decisione comune di entrambe le parti?
    Grazie per la risposta

    Francesco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *