Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Lavorare e investire in Oman

Lavorare e investire in Oman, un paese che guarda al futuro

Oman Vision

Lavorare e investire in Oman significa farlo in un paese che sa cosa vuol dire avere una visione strategica e, proprio per questo, inevitabilmente di lungo respiro. Basti pensare al progetto chiamato Oman Vison 2020. Varato già nel 1995 ora, con cinque anni di anticipo, può dirsi quasi interamente realizzato. Con tale progetto il paese venti anni fa ha iniziato a gettare basi e operatività per superare la sua dipendenza economica dal petrolio, iniziando a lavorare per quella che è stata chiamata la sua “post oil economy”. Certo il petrolio continua ad essere il motore principale dell’economia dell’Oman ma molto è stato fatto per diversificare le stretegie. Vero cavallo di battaglia il paese vuole che, nei prossimi anni, diventi il turismo.

Investimenti stranieri

Cercati e benvenuti. Lavorare e investire in Oman è qualcosa che fanno già molte aziende estere. E non poche sono quelle italiane. L’Italia è, insieme a USA, Gran Bretagna, India e Cina uno dei maggiori partner commerciali dell’Oman. Gli imprenditori di questi paesi hanno capito che le piccole dimensioni del paese sono solo una apparente limitazione al business. Infatti l’Oman si sta dimostrando interessantissimo per gli investimenti privati in infrastrutture ed edilizia turistica. Due settori su cui il paese punta moltissimo e che sta dando ottimi risultati sia economici sia occupazionali. Il tasso di crescita dell’Oman, al netto dei ricavi petroliferi si sta assestando attorno ad un importante +5%. Non c’è dubbio che il settore gas&oil rappresenti ancora il 70% del PIL omanita ma il governo sta utilizzando queste entrate per finanziare altri settori. E anche per questo motivo il paese è un grande cantiere. Dinamismo estremo per arrivare a raggiungere un importante obiettivo: portare il contributo del petrolio al PIL sotto il 10% entro i prossimi cinque anni.

Energie rinnovabili

Ottime opportunità di investimento e lavoro arriveranno (in parte già è così) dal settore delle energie rinnovabili. L’Oman vuole produrre il 25% del suo fabbisogno con energie di questo tipo. Per questo sono già attivi e importanti dal punto di vista occupazionale, progetti e piani di oltre 600 milioni di euro nei settori fotovoltaico e eolico sulla costa dell’est. In un’altra zona del paese sono attivi sei progetti per un totale di oltre un milione di euro.

Infrastrutture

Grande dinamismo anche in questo settore in cui, solo nell’ultimo quadriennio, sono stati investiti 80 miliardi di euro. Sviluppo dei trasporti che è strettamente legato allo sviluppo turistico di cui parlavamo prima. Ottime opportunità dunque per chi vuole investire in questo settore economico. Esempio di questo fermento sono i lavori che coinvolgono la città portuale di Port Sohar in cui sono attivi lavori per oltre 12 miliardi di dollari di investimenti gestiti dalla Sohar Industrial Port Company.

Ferrovie

Quasi 2300 i chilometri che riguardano il progetto di implemento incluso nel piano del 2020. I collegamenti ferroviari sono considerati fondamentali per lo sviluppo. E qui è un’impresa italiana a fare la parte del leone: Italfer ha investito 26 milioni di euro per lavori ferroviari a cui seguirà la supervisione del contractor spagnolo Tecnica Reunidas. Altre imprese coinvolte sono:
– Saipem
– China State Construction Engineering
– SKE&C
– Daewoo E&C

Molti anche i lavori legati al trasporto aereo. Particolarmente coinvolto lo scalo di Mascate che, entro la fine del 2016, dovrà portare la capacità dello scalo a 12 milioni di passeggeri annui dagli attuali 8 milioni.

Zone franche

Un pò come a Dubai anche nell’Oman sono le zone franche a rappresentare tanti incubatori di impresa. Fatte apposta per favorire gli investimenti tali zone rappresentano vantaggi fiscali tali da portare veri e propri hub imprenditoriali. Ad oggi le zone franche sono quattri:
– zona di Duqm a cui sono destinati 9 miliardi di investimenti per 32 progetti, tra cui alcuni manifatturieri, ittici e di acquacultura
– la zona di Salalah con il suo hub logistico e investimenti per oltre 130 milioni di dollari
– la zona di Sohar con l’area portuale di cui abbiamo già parlato. E con imprese di produzione plastica, di ceramiche, semi lavorati e alluminio.
– la zona di Al Mazyouna

Turismo

Ma come dicevamo è sul turismo che si vuole lavorare e investire particolarmente in Oman. Il Ministero del Turismo si è posto un obiettivo molto preciso che è quello di arrivare ad avere una crescita annua costante del 7% nei ricavi turistici. Obiettivo che si vuole raggiungere congiuntamente a quello di avere 5 milioni di presenze turistiche entro il prossimo decennio. Tale implemento verrà portato, secondo le previsioni, da miglioramenti e progetti che riguarderanno e riguardano musei, hotel e resort, teatri, poli sportivi, parchi tematici e centri per conferenze. Sono già quasi 4 miliardi i soldi investiti in tali piani. E le imprese maggiormente coinvolte e che cercano personale troviamo nomi come:
– Ritz-Carlton
– Westin
– St Regis.

Articolo visualizzato 927 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

Un Commento

  1. Salve! Ho 37 anni, sono laureato in economia e Commercio, ed insegno nelle scuole superiori: Economia, Geografia Economica e Matematica; inoltre collaboro come preparatore portieri in varie squadre semiprofessionistiche. Sarei interessato a lavorare in Oman, in ambito sia scolastico che sportivo. Parlo inglese. Se interessati, contattatemi.
    Emilio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *