Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Lavorare e investire in Costa Rica

Un paese che, grazie ad una sostanziale stabilità economica e politica, sta sempre più emergendo come area di riferimento per il centro e il sud America

I suoi punti di forza
Il Costa Rica ha alcuni punti di forza che ne fanno un paese in grado di offrire non poche opportunità per chi pensa di lavorare e investire sul suo territorio. Intanto una disponibilità di risorse umane sulla cui preparazione il paese sta puntando decisamente molto. Sono innumerevoli i corsi pubblici finalizzati a dare percorsi formativi sempre più qualificati e svolti in collaborazione con molte università, l’Istituto nazionale per l’Apprendimento e l’Agenzia per la Promozione degli Investimenti. A tal proposito il Costa Rica si è dotato già da qualche anno di tutta una serie di norme e leggi per rendersi sempre più competitivo nell’attrarre investimenti esteri, in particolar modo in settori quali le infrastrutture, i servizi e il turismo.

I settori più dinamici
Un quadro generale dell’economia del paese evidenzia come vi siano alcuni settori in particolare in cui lavorare e investire con discreti margini di successo. Il settore principale è, senza alcun dubbio, quello turistico. Moltissimo spazio viene dato al potenziamento del turismo d’avventura e a quello sostenibile, in linea con le massicce politiche di tutela ambientale, anche grazie al prezioso lavoro dell’ICT cioè l‘Istituto Costaricense per il Turismo. Un comparto economico, quello del turismo, con numeri in costante crescita: solo tra il 2012 e il 2013, le entrate economiche sono state di oltre 2200 milioni di dollari grazie soprattutto a turisti provenienti dagli USA e dal Centro America. Grandi potenzialità sono presenti, sempre grazie al turismo, nel settore della ristorazione: qui sono enormi le potenzialità di investimento per operatori italiani visto il sempre maggior interesse che il paese dimostra per i prodotti made in Italy. Interesse che coinvolge soprattutto prodotti quali olio, vino e formaggi in particolare nell’area della capitale San Josè.

Potenzialità del settore manifatturiero e delle costruzioni
Ma quando si parla di lavorare e investire in Costa Rica non si può evitare di menzionare due settori davvero interessanti: quello dell’industria manifatturiera e quelle delle costruzioni. Sono davvero tante le imprese estere che hanno deciso di puntare su questo paese, in particolare quelle della così detta manifattura avanzata, particolarmente quella dell’alta tecnologia. In questo settore stanno lavorando colossi come l’indiana Infosys, la tedesca G.Rau e la coreana EPC. Secondo dati ufficiali del nostro Ministero degli Affari Esteri, sarebbero ad oggi oltre 200 le imprese straniere attive nel paese. Anche grazie ad una serie di incentivi fiscali, zone franche e parchi industriali.

Ottime le potenzialità offerte anche dal settore delle costruzioni, come dicevamo. Da tenere in considerazione sia per le gare d’appalto internazionali pubbliche sia per quanto riguarda il settore privato. Il Costa Rica è impegnato in molti grandi progetti di miglioramento infrastrutturale, non solo legate a trasporti e viabilità, ma anche nel settore delle energie rinnovabili e nello smaltimento dei rifiuti. Un impegno, soprattutto quello legato al settore trasporti, a cui il paese crede fortemente al punto di aver dato vita a quello che viene chiamato “Pian Nacional de Trasporte de Costa Rica” che prevede lavori da qui al 2035. E si può prevedere anche una forte ricaduta in termini di occupazione.

Quadro economico generale
L’economia del Costa Rica sta facendo registrare costanti segni positivi. Gli ultimi dati disponibili parlano di un PIL che tra il 2012 e il 2013 è cresciuto del 5,1%, grazie, soprattutto all’incremento dell’industria manifatturiera che ha registrato un +6,3%. Ottimi anche i risultati dei settori dei servizi cresciuti di quasi il 6% ( e qui grossa spinta è arrivata proprio dal settore turistico). È addirittura cresciuto di quasi il 10% lo strategico settore dei servizi alle imprese. Dati che, in qualche modo, sono anche frutto delle relazioni internazionali del Costa Rica. Esso è infatti membro della Segreteria dell’Integrazione Economica Centroamericana e del Sistema di Integrazione Sudamericana.

Punti deboli
Certo non mancano gli aspetti che possono ancora rappresentare un problema come il narcotraffico e il traffico di armi. Il paese sta partecipando con molto impegno (ma ancora con risultati ritenuti non soddisfacenti) a molti programmi internazionali per arginare questi fenomeni a cui, inevitabilmente, si collega anche l’argomento riciclaggio. Messo sotto osservazione dall’OCSE, il Costa Rica ha iniziato ad adottare nuove misure legislative per incrementare i controlli e l’attività di vigilanza del suo settore bancario. Azione indispensabile anche per non rendere vane tutte le misure di incentivo agli investimenti stranieri.

Articolo visualizzato 4.008 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *