Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Lavorare e investire in Belgio

Un paese in cui, alcuni settori in particolare, stanno crescendo e possono offrire interessanti prospettive di lavoro: ITC, logistica e ricerca sono delle vere e proprie eccellenze del paese

Un paese forse ancora relativamente poco conosciuto, dal punto di vista economico, ma in cui già molte aziende italiane hanno fatto investimenti di una certa importanza: tra queste ricordiamo Ferrero, Generali, Polimeri Europa e Autogrill, giusto per citarne alcuni. Ma è in particolare l’ENI ad aver fatto del Belgio un importante teatro operativo ed economico per la propria attività. L’ENI ha acquistato la Distrigas e la Nuon Energy diventando uno dei massimi operatori fornendo energia e gas a oltre 600000 clienti e dando lavoro a oltre 500 collaboratori.

Alcuni siti istituzionali, come quello di infomercatiesteri.it, individuano alcuni fattori specifici che fanno del Belgio una location interessante per il business italiano (con interessanti ricadute occupazionali). Tra questi fattori c’è la sua posizione geografica, un sistema fiscale favorevole alle imprese, e interessanti incentivi alle aziende che vogliono investire qui nei settori della ricerca e dello sviluppo. Lo stesso sito ha individuato alcuni settori in cui maggiormente sembrano esserci ottime opportunità di investimento con altrettanto ottime potenzialità di guadagno; questi settori sono principalmente quello farmaceutico, quello dei trasporti e della logistica in generale e quello delle attività di ricerca appunto.

Un’economia, quella belga, che ha risentito certamente sia della sfavorevole congiuntura europea sia delle recenti difficoltà economiche del paese ma la cui regressione si è fermata attorno allo 0,2% in un anno difficile come il 2012. Dati che fanno comunque parlare di previsioni al rialzo (anche se in maniera contenuta) già per il 2013.

belgio bruxelles

Il governo sta prendendo provvedimenti in particolare per incrementare la competitività delle imprese ma anche l’appetibilità del Belgio come teatro di investimenti; e lo sta facendo con ulteriori semplificazioni del regime fiscale nonché a miglioramenti dal punto di vista finanziario. Il Belgio è inoltre interessato da un enorme bisogno di ridefinire la propria industria e potrà farlo poprio rendendo sempre più competitivo investire qui.

Per quanto riguarda i dati sulla disoccupazione, pur essendo in leggerissimo aumento (ma sembra quasi fisiologico) questa si attesta attorno all’8% restando ben al di sotto della media europea. I settori che offrono, al momento, le maggiori opportunità occupazionali sono la logistica, l’ICT, le biotecnologie e le energie rinnovabili. Per quanto riguarda il settore della logistica, giusto per dare alcuni dati, basti pensare che nel corso degli ultimi dieci anni è aumentato del 135%, da lavoro a oltre 300000 persone e produce, da solo, circa il 9% del PIL nazionale.

Dati ufficiali dell’Ambasciata d’Italia a Bruxelles disegnano una situazione interessante anche nel settore dell’ITC con oltre 1000 imprese presenti e un fatturato annuo di oltre 3 miliardi di euro. Grandi numeri anche per il settore biomedicale che fa del piccolo Belgio uno dei dieci paesi più importanti in questo settore, con circa 200 imprese che fanno il 16% del fatturato totale europeo. Sempre secondo i dati dell’Ambasciata il Belgio risulta al 3° posto in Europa per quanto riguarda la capitalizzazione delle aziende biotech con un settore farmaceutico in cui lavorano oltre 30000 persone. Ottime prospettive occupazionali arriveranno dal settore delle energie rinnovabili: per la sola Vallonia sono previste 15000 nuove posizioni lavorative nei prossimi cinque anni.

Per ulteriori informazioni vi consigliamo di consultare il sito dell’Ambasciata d’Italia a Bruxelles. Su questo sito è possibile anche trovare l’elenco delle strutture create apposta dal governo belga per incentivare gli investimenti stranieri, sia a livello nazionale sia a livello regionale.

Per quanto riguarda i siti per cercare lavoro in Belgio segnaliamo:
– federgon.be che è il sito della Federazione delle agenzie di selezione del personale
– jobscareer.be uno dei principali siti di ricerca lavoro belga
– www2.vlaanderen.be particolarmente utile proprio per chi vuole lavorare in Belgio arrivando dall’estero
– orbem.be che è il sito ufficiale dell’Ufficio di collocamento di Bruxelles.

vdab.be è un portale ricco di informazioni anche su come scrivere un curriculum, estremamente interattivo e flessibile.

 

Articolo visualizzato 544 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *