Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Lavorare e fare business in Lettonia

La Lettonia è uno dei paesi più interessanti, tra quelli delle ex repubbliche sovietiche, per lavorare e fare impresa. Ancora non moltissimi gli imprenditori italiani qui e, proprio per questo, molte invece le opportunità di trovare l'idea imprenditoriale giusta.

La Lettonia, chiamata anche la “Perla del Baltico”, è un paese che si sta rilevando molto appetibile dal punto di vista economico, soprattutto per gli imprenditori; e non solo quelli grandi. Anche le piccole e medie imprese trovano qui un clima economico piuttosto favorevole. Molte sono le ragioni per cui lavorare e fare business in Lettonia può essere un’occasione da prendere in considerazione. Testimonianze di imprenditori che hanno già fatto questa scelta, evidenziano alcuni motivi in particolare:

– Tempi brevissimi per costituire una società, anzi addirittura spesso il tempo necessario per questa operazione è solo di due giorni.
– Operazioni semplicissime e ancora più veloci per aprire un conto corrente in una banca lettone
– La sua posizione strategicamente favorevole per entrare nei mercati dell’est e del nord
– Una vivacità sempre maggiore della città di Riga.

Per chi fosse interessato a lavorare e fare business in Lettonia consigliamo, in particolare due istituzione che possono essere d’aiuto in termini operativi e di consulenza. Si tratta dell’Agenzia dello Sviluppo Regionale dello Stato: le funzioni di questo ente comprendono consulenza e indicazioni su sgravi fiscali, ricerca, cooperazione e altro. Un altro ente che può valere la pena consultare è l’Agenzia Lettone per l’Investimento e lo Sviluppo, che fornisce informazioni sul business e l’economia in generale. Ma oltre a ciò offre consulenza anche su come fare commercio con il paese baltico, come investire, i settori trainanti.

Per avere informazioni sulle compagnie e società lettoni è utile consultare LURSOFT che gestisce le banche dati commerciali delle diverse aziende. Questo genere di informazione può essere utile se si pensa di iniziare un business qui, dal momento che questa banca dati contiene informazioni essenziali come quelle creditizie delle diverse compagnie.

Perché aprire una società in Lettonia?

Prima di tutto perché questo dinamico paese baltico offre il vantaggio strategico di essere un crocevia tra Europa dell’est ed Europa del nord. Anche per questo in Lettonia si sta registrando un aumento degli investimenti esteri, anche per alcune iniziative governative atte a semplificare al massimo le norme che disciplinano la formazione e la costituzione di una società.

Le formule maggiormente utilizzate, come tipologia di società sono:

– La SIA, cioè la società a responsabilità limitata, che solitmanete ha un bassissimo capitale minimo necessario, non presenta particolari restrizioni per azionisti esteri ed è anche la più comune in Lettonia.
– La A/S cioè la società per azioni, formula utilizzata da grosse aziende che necessitino di capitale pubblico. Il capitale necessario alla sua costituzione deve essere interamente versato prima della registrazione. Ha una struttura più articolata della SIA in quanto richiede la presenza di un Consiglio d’Amministrazione.
– La filiale che, anche se di proprietà estera è soggetta alla stessa tassazione di una società lettone. Inoltre se produce utili questi possono essere rimpatriati senza ritenute.

Dalla fine del 2010 in Lettonia si può dar vita a quelle che sono chiamate Micro Company che hanno però limiti di fatturato (attorno ai 100000 euro) e nel numero di persone che possono assumere. Però sono sottoposte ad un regime fiscale particolarmente vantaggioso. Soprattutto per questa parte di informazioni consigliamo di contattare l’Agenzia Lettone per l’Investimento e lo Sviluppo, che vi abbiamo segnalato in apertura di articolo, al sito www.liaa.gov.lv.

Alcuni degli ultimi dati disponibili indicano il settore finanziario come quello in cui si registra il maggior volume di investimenti, seguito dalle attività immobiliari, dal commercio e dalle attività manifatturiere. per quanto riguarda l’imprenditoria italiana presente qui, essa è composta prevalentemente da piccole imprese coinvolte nei settori commerciali, turistici, della ristorazione e della consulenza. Le potenzialità sono però ancora moltissime e gli spazi di investimento molto interessanti. A tal proposito può essere utile contattare l’Istituto per il Commercio Estero Italiano di Riga.

Articolo visualizzato 2.769 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici