Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Lavorare all’estero mentre si studia

Lavorare all'estero mentre si studia: una bellissima opportunità per avvicinarsi al mondo del lavoro, sempre più senza confini e globalizzato. Perché lavorare all'estero non è solo una fuga ma un'opportunità irrinunciabile

Fuga di cervelli, disoccupazione, poche prospettive di lavoro. Molte sono le notizie che riguardano questi argomenti e, certo, i dati in molti casi sono sconfortanti per il nostro paese. Ma pensiamo che si possa cercare di dare una lettura differente a queste voci (per altro veritiere) e considerare la mobilità come un’opportunità oltre che come una scelta quasi obbligata. Nel mercato del lavoro e nelle sue dinamiche ormai tutto è cambiato e il mondo è davvero diventato una realtà senza confini. O almeno è questo l’approccio con cui bisognerebbe cominciare ad affrontarlo. Soprattutto finché si è giovani si può pensare di lavorare all’estero mentre si studia.

Come cominciare
Oggi le occasioni non mancano e sono molte le associazioni o le organizzazioni che si occupano di questo argomento. Con questo articolo vorremmo fornire indicazioni utili per chi sta pensando ad un’esperienza di questo tipo, senza la presunzione di esaurire tutto quello che ci sarebbe da sapere al riguardo. Cominciamo con ESL Soggiorni Linguistici, una realtà che, da tempo, si occupa di organizzare corsi di lingue ma anche occasioni di lavoro per studenti. Sul suo sito è possibile visionare tutti i programmi relativi a queste attività. Questa realtà è presente ormai quasi in tutto il mondo e molte sono le opportunità che mette a disposizione, non solo in Europa ma anche in paesi come l’Australia, la Nuova Zelanda o il Canada. Una delle iniziative messe in campo è quella chiamata Job Club, una sorta di luogo di incontro in cui è possibile trovare informazioni sui diversi mercati del lavoro locali, offerte e notizie aggiornate anche in campo di leggi del lavoro.

WEP e Studenti.it
Un’altra fonte utile è quella rappresentata da questa organizzazione internazionale, nata in Belgio nel 1988 e che si propone come mission quella di incentivare scambi linguistici ma anche educativi e di lavoro. L’organizzazione offre corsi linguistici, veri e propri soggiorni scolastici da integrarsi con esperienze lavorative o di volontariato. L’organizzazione ha sede a Milano, Torino, Uderzo e Roma per quanto riguarda l’Italia ma ha sedi anche a Lione, Parigi, Melbourne e in Argentina. Vale senz’altro la pena di fare un giro sul suo sito wep.org.

E a questo argomento è dedicata anche una sezione del portale Studenti.it, un sito che, come suggerisce il nome, oltre a informazioni legate al mondo della scuola e dell’università offre interessanti notizie su lavori o stage retribuiti all’estero. È una comunità molto attiva e frequentata in cui si possono trovare spesso notizie utili e aggiornate. Se avete minimo 18 anni e almeno quattro settimane del vostro tempo da mettere a disposizione per un’esperienza lavorativa all’estero, potete dare un’occhiata anche al sito di worldexperience, oppure contattare questa organizzazione alla mail info@worldexperience.it

Lavori stagionali in agricoltura
Niente di nuovo sotto il sole; ma per chi vuole lavorare all’estero mentre studia questa resta una delle possibilità più gettonate, oltre che divertenti. Una delle mete più ambite per questo tipo di esperienza è l’Australia. Tra l’altro c’è da dire che è lo stesso governo australiano a credere molto e incentivare questo genere di lavori: è previsto infatti che se nell’anno di Working Holiday Visa si è lavorato per almeno tre mesi, c’è l’opportunità di richiedere un visto per altri dodici mesi sempre per la stessa categoria di lavoro. Per avere informazioni complete e dettagliate su questa possibilità lavorativa all’altro capo del mondo è essenziale leggere la National Harvest Guide che è anche scaricabile al link jobsearch.gov.au/documents/nationalharvestguide.pdf

 

Se pensate che questo tipo di attività lavorativa sia quello che fa per voi esiste anche il programma World Wilde opportunities in Organic Farms, un network che riunisce moltissime fattorie biologiche in cui c’è la possibilità di lavorare in cambio di vitto e alloggio. Questo progetto è molto attivo in Irlanda e potete dare un occhiata al sito wwoof.ie

Danimarca e non solo
E, ancora una volta, è la Danimarca a offrire le maggiori opportunità lavorative, anche in questo campo. Abbiamo imparato a conoscere questo paese come uno di quelli in cui maggiormente tutto ciò che è green è anche occasione di lavoro. Nell’ambito dei lavori agricoli il punto di riferimento è il sito www.seasonnalwork.dk.

Senza allontanarsi troppo dall’Italia ecco anche la Svizzera: qui c’è l’associazione Agriviva attraverso la quale è possibile trovare lavori stagionali retribuiti. Per restare nella parte settentrionale dell’Europa, che è senza dubbio alcuno quella più sensibile a certi temi, per lavori stagionali in Austria è consigliabile consultare il sito www.ams.at; in Germania il punto di riferimento è il sito www.arbeitsagentur.de

Le risorse della rete
La rete è davvero ricca di informazioni in tal senso. Vogliamo segnalarvi i nomi di alcuni siti che, in ambiti diversi, possono essere utilissimi per iniziare la ricerca di lavori stagionali.

Lavoroturistico, sito specializzato nei lavori stagionali del settore turistico alberghiero.
Samarcanda.com sito che riporta offerte di lavoro per l’estate
Turijobs per chi è interessato a lavori stagionali nel settore turistico in Spagna
Coolworks sito di lavori stagionali, alcuni anche negli USA

Articolo visualizzato 172 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici