Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Lavorare all’estero: i migliori paesi per espatriare

Lavorare all'estero, quali i paesi migliori per espatriare. Sono molti i fattori da prendere in considerazione. E lo stipendio non è certo il più importante. Vediamo le location al top

Cosa prendere in considerazione

Quando si pensa di lavorare all’estero sono molti i fattori che vanno presi in considerazione. Certo, anche lo stipendio. ma non solo. Bisogna pensare anche a elementi come il sistema scolastico, la sanità, la qualità della vita e molto altro. Ebbene, in base ad un sistema articolato di valutazione di molti di questi fattori, i paesi migliori per espatriare e lavorare all’estero sono:
– Australia
– Svezia
– Norvegia

Certo se si prende in considerazione il solo fattore economico allora la scelta pare essere una sola: gli USA. Alcuni dati OCSE parlano di un reddito medio pro-capite di oltre 41300 dollari annuali. Certo vi sono delle forbici considerevoli in cui la fascia più agiata può arrivare ad una media di oltre 90mila dollari, mentre quella più bassa si trova a dover vivere con una media di circa 11mila. In ogni caso, se il fattore stipendio è il solo ad interessare allora i paesi migliori per espatriare e lavorare all’estero sono:
– USA
– Svizzera
– Lussemburgo.

Disoccupazione quasi inesistente

Dal punto di vista del tasso di occupazione è, invece, l’Islanda sul podio. Questo paese ha un tasso di occupazione che supera l’82%. Interessanti anche i dati relativi a istruzione/occupazione che vedono il 90% dei diplomati in possesso di un lavoro. La cosa ha dell’incredibile se si pensa che solo l’1,2% delle perone è disoccupato da un periodo superiore all’anno. Insieme all’Islanda, sul podio per possibilità di lavoro ecco la Svizzera e la Norvegia.

Ma se invece si entra un po’ nello specifico e si vuole prendere in considerazione un elemento importante come la qualità della vita, data da un sano equilibrio tra lavoro e tempo libero, allora è la Danimarca a salire al primo posto. Il paese ha una percentuale di circa l’80% di persone che dedicano oltre 16 ore al giorno al tempo libero. E se l’Olanda è al secondo posto per questo elemento, la sorpresa è, forse, il 3° posto della Spagna.

Al top

In realtà è stato creato, proprio dall’OCSE, un indice chiamato Better Life che, proprio per non limitare la valutazione al solo lavoro, mette insieme diversi elementi che fanno della vita qualcosa di bello e pieno di qualità. In base a fattori quali:
– redddito
– istruzione
– ambiente
– qualità delle abitazioni
– relazioni sociali

allora ai primissimi posti ci sono, senza dubbio, Australia, Svezia e Norvegia, seguite, sempre secondo l’insieme di questi elementi da USA, Svizzera, Danimarca, Canada, Nuova Zelanda, Islanda e Finlandia.

Il primo posto dell’Australia dipende dalle sue ottime prestazioni in termini di ambiente, senso civico, sicurezza, occupazione, istruzione, e benessere. Ma, forse, il punto dolente è che, a fronte di buoni stipendi, le giornate di lavoro sono molto lunghe, con una media al di sopra di quella OCSE.

La Svezia è praticamente sopra la media per tutti i parametri presi in considerazione, soprattutto per la quantità di tempo libero di cui dispone la popolazione. Idem per la Norvegia che con il 93% della popolazione con 15 ore libere al giorno, un’aspettativa di vita di 82 anni è percepita come luogo perfetto da molti dei suoi abitanti.

Oltre Oceano

Andando un po’ più lontano ecco il Canada. Paese ambitissimo e a ragione, stando ai dati. Qui il reddito medio è di quasi 30mila dollari con un tasso di occupazione del 72%. Solo il 4% di chi lavora lo fa per un orario giornaliero molto lungo. Considerando tutti i fattori di cui abbiamo parlato prima, nell’indice Better Life i canadesi, al loro paese, danno un ottimo voto: 7,3 su un totale di 10.

Molto lontana ma davvero al top la Nuova Zelanda. Almeno per quanto riguarda la situazione salute. Un po’ sotto la media, forse sorprendentemente, per quanto riguarda stipendi e generale benessere economico. In ogni caso anche se il reddito medio pro capite è al di sotto della media OCSE con circa 23800 dollari, il 73% della popolazione lavora, e il voto complessivo è un bel 7,3. Fonte Linkiesta

Articolo visualizzato 7.026 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

(5) Commenti

  1. Mi chiamo asim ho 20 venti anni e mi piace il lavoro e poi io ci conosco lingua italiana e poco inglese e ho documenti illimitati in italia e poi ho patente Categoria B e ho preso qualifica metalmeccanico
    E ho fatto i lavori mercato officina meccanica e azienda metalmeccanica e in campagna e al fiera e poi in mercato

    Ci aspetto vostra rispota
    Grazie

  2. Buono sera a tutti sono albanese muratore,imbianchino regolare da ani in Italia e parlo bene inglese. Sono in cerca di lavoro seria in transferta o in Italia.mio nr tel 3483634431

  3. Buongiorno mi chiamo Sebastian ho 29 anni sono falegname e sono alla ricerca di un lavoro principalmente all’estero .Sono dinamico , volonteroso con tanta voglia di lavorare.Laascio il mio n° di cell.3249963999.grazie a tutti quelli che mi offriranno una oppurtunita’ di lavoro e crescita professionale.

  4. Sono un elettricista,mi occupo in particolare di impianti fotovoltaici,civile,industriale,automazioni,quadri elettrici e bordi macchina.Svolta attivita’ sia da dipendente che da artigiano.Completamente autonomo nel lavoro.Disponibile per qualsiasi destinazione e gia’ lavorato all’estero.Conoscenza della lingua spagnola e rumena piu’ che sufficente. Recapito tel 3206836856

  5. Marcello Tamagnini - Rispondi

    Buongiorno sono ex co-titolare di impresa edile, attualmente con ditta individuale aperta regolarmente, esperto nel campo dell’isolamento termico e acustico, cartongesso e decorazioni murali, tinteggiature, rinforzi strutturali in fibre di carbonio e resine, deumidificazioni. Capacità organizzative di cantiere. Disponibilità a impieghi in varie parti del mondo, con periodi di rientro concordati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *