Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Lavorare all’estero con Ferrero

Lavorare all'estero con Ferrero. Molte le posizioni aperte in giro per il mondo

ferrero
Una lunga storia

Molte le posizioni aperte in giro per il mondo che danno la possibilità di lavorare con la Ferrero. Chi non conosce questo marchio? Un nome che ha accompagnato l’infanzia di molti di noi e che continua ad essere sinonimo di dolcezza. Ma Ferrero è anche un’impresa ormai di livello mondiale che si avvale di molte figure professionali. Anche all’estero.

Ferrero è sinonimo di una storia lunghissima che inizia ad Alba negli anni ’40. È i questa città che Pietro Ferrero apre un piccolo laboratorio che si aggiunge alla pasticceria gestita dalla moglie. È in quel laboratorio che tutto ha inizio. E tutto ha inizio proprio con la “scoperta” delle nocciole che diverranno uno dei prodotti principali della Ferrero. Saranno proprio le nocciole l’ingrediente principale per quella che sarà la prima invenzione: la pasta gianduia. La vera forza di quel primo prodotto starà nel suo prezzo basso. Cosa che si dimostra la vera intuizione di Pietro che riuscirà così a far uscire la pasticceria da una sorta di “genere elitario”. IL successo è immediato, basti pensare che agli inizi del ’46 la produzione di questa pasta era di tre quintali mentre nel giro di pochi mesi sale a oltre mille, consentendo anche un forte aumento di persone assunte dall’azienda.

Fu in quegli anni che nacque la fabbrica dal momento che il piccolo laboratorio non era più delle dimensioni sufficienti per sopportare le nuove necessità produttive. Nasce così la Ferrero, esattamente il 14 maggio 1946. Uno dei suoi punti di forza, già da allora, fu subito una capillare rete di vendita che rinunciò, immediatamente, all’intermediazione dei grossisti.

Comincia la crescita dell’azienda e la sua avventura anche all’estero. Sono anni di grande fermento in cui l’impresa si distingue anche per una avanzatissima politica del personale. La Ferrero diventa famosa anche per la nascita dei Villaggi Ferrero, una sorta di comunità paternalistica in cui i dipendenti potevano godere di una serie di vantaggi e servizi davvero all’avanguardia per quegli anni. E il successo varca le frontiere italiane tanto che, nel 1956, apre il primo stabilimento in Germania.

Con l’arrivo di Michele alla guida dell’impresa il nome Ferrero spicca il volo diventando un rosario di nomi di successo planetario come la mitica Nutella, il kinder, MOn Cherì, Fiesta e molti altri.

Oggi

Oggi lavorare alla Ferrero vuol dire farlo per un gruppo che si colloca tra il 3° e il 4° posto per fatturato nell’ambito dell’industria dolciaria. Stiamo parlando di un gruppo che conta oltre 22mila dipendenti, 38 compagnie impegnate a vario titolo nella vendita e 14 stabilimenti produttivi nel mondo tra Europa, Argentina, Brasile, Australia, Stati Uniti, Canada solo per citarne alcuni.

Lavorare all’estero con Ferrero

Consultando il sito dell’azienda è possibile prendere visione di tutte le posizioni aperte in giro per il mondo. Basta linkare su ferrerocareers.com e consultare la sezione “current jobs”. Ci sono circa 123 offerte di lavoro in settori come le vendite, management planning, settore chimico-biologico e molto altro. Le sedi di lavoro vanno dall’Arabia Saudita al Messico, dalla Francia a New York

Articolo visualizzato 4.788 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

(9) Commenti

  1. Io sono stato diverse volte in Costa Rica, e laggiù amano la Ferrero, soprattutto la Nutella che viene venduta, quella da mezzo kg a 8.850 colones. Il triplo rispetto l’italia. Ci sono grandi possibilità di vendere nei paesi caraibici. In quanto , gli abitanti locali, amano tutto ciò che è italiano, e culinario. Insomma, il prodotto, non occorre venderlo, si vende da solo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *