Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

La ripresa dell’Irlanda

È l'autorevole quotidiano Financial Time a dare la notizia. L'economia migliora anche se, per ora, sono principalmente solo Dublino, Corck e Galway a migliorare. Nei centri più piccoli la situazione è ancora critica

irlanda

Gli ultimi dati
Secondo dati riportati dal Financial Time nel secondo semestre del 2013 si è registrata una ripresa che significa l’uscita dalla recessione. Buoni i dati riguardanti la disoccupazione e anche quelli del mercato immobiliare che stanno risalendo. Tutti dati positivi ma è ancora presto per cantare vittoria. La ripresa infatti sembra concentrarsi tutto solo in alcune aeree urbane come quelle di Dublino, Corck e Galway. A Dublino, tanto per fare un esempio, il prezzo delle case è risalito di circa il 10% e la disoccupazione è scesa al 12% contro il resto del sudest del paese in cui resta del 18%. Peggio ancora sembra stare il nordovest in cui, sempre secondo il Financial Time, c’è il Donegal in cui ad essere disoccupato è un abitante su quattro.

La parte rurale resta indietro
L’articolo in questione porta l’esempio della piccola città di Milford, con i suoi negozi chiusi, l’albergo ormai dismesso e due banche che hanno chiuso i battenti. La cittadina viene presa come esempio di quanto sta accadendo all’Irlanda rurale, ben lontana dalla ripresa e sempre più abbandonata dai giovani che se ne vanno altrove. Tutto ciò è dovuto proprio a quanto accadde al settore immobiliare negli anni della crisi. Caduto questo è caduto tutto il resto, occupazione compresa. All’epoca del boom edilizio molti lavoravano nel settore. Poi si è spento tutto. Soprattutto per le campagne che continuano ad occupare gran parte del territorio irlandese. E nella parte rurale anche i dati sull’emigrazione sono davvero sconfortanti. Pare che, da alcune statistiche, ogni sei minuti una persona emigra dal paese e a farlo sono proprio le persone che potrebbero essere attive sul mercato del lavoro, cioè quelle nella fascia d’età tra i 18 e i 65 anni.

Nelle città va decisamente meglio
La ripresa dell’Irlanda è invece tangibile soprattutto a Dublino e a Corck. In queste due città ci sono specializzate agenzie di investimento che stanno portando nel paese tantissimi progetti, in particolare legati alle tecnologie avanzate. Su un totale di 144 investimenti da parte di grosse imprese straniere, oltre tre quarti sono stati proprio a Dublino e Corck. basti pensare che a Dublino hanno deciso di installarsi colossi come Google, Twitter, eBay e Linkedin e gli ingegneri sono richiesti come il pane.

Economia 2.0
A Dublino è sempre internet e l’IT a trasformare il volto e l’economia della città; qui le vecchie aeree del porto sono state ristrutturate e trasformate in uffici, industrie, alberghi e locali e in questa area lavorano professionisti specializzati ricercati anche e soprattutto dall’estero. Il paese manca infatti di lavoratori qualificati in grado di mantenere le città a cavallo di questa crescita. per questo in queste aree urbane c’è lavoro per un certo genere di professioni. E siccome investimenti chiamano investimenti ecco spiegato perché queste tre città sono le più ambite dagli imprenditori stranieri. La sfida del paese, adesso, è quella di interrompere questa crescita a due velocità e non lasciare morire le zone meno centrali.

I migliori siti per cercare lavoro in Irlanda
Dunque siccome a Dublino, Corck e Galway le possibilità non mancano, vogliamo segnalarvi i migliori siti per cercare lavoro nell’Isola di Smeraldo
www.lavoroinirlanda.it portale sull’Irlanda, con notizie economiche e offerte di lavoro per italiani
– WorkIreland.ie dedicato proprio ai lavoratori stranieri
– IrishRecruitment.ie
– HRMrecruit.com con tantissime offerte.
– IrishJobs.ie forse il sito più frequentato
– BerkleyGroup.com se siete informatici, ingegneri o professionisti del settore farmaceutico questo è il sito adatto
– CareerWise.ie
– CollinsMcNicholas.ie

Articolo visualizzato 1.413 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *