Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

La ricetta di Malta contro la crisi

Stiamo parlando del paese che, secondo molti, ha resistito meglio di tutti alle turbolenze. Ma qual è la ricetta di Malta contro la crisi

Sistema paese

In realtà, più che parlare della ricetta di Malta contro la crisi, sarebbe meglio parlare delle ricette. Sì perché, è indubbio, siamo davanti ad un intero sistema-paese che ha saputo, meglio di altri, resistere alle turbolenze economiche mondiali. A dirlo, oltre a molti osservatori, è stato anche il Fondo Monetario Internazionale che ha attribuito il “successo” di Malta proprio alla forza strutturale del paese nel suo insieme e, anche, alla sua capacità intelligente e lungimirante di utilizzare i fondi europei. E se proprio vogliamo parlare di ricetta di Malta contro la crisi, allora è proprio in questo “marciare compatti” che si può rintracciare il buon andamento dell’economia dell’isola.

Banche ed export

L’FMI, più nel dettaglio, ha individuato la ricetta di Malta contro la crisi in due fattori principali:
– export in crescita
– sistema bancario.

Certo è che l’economia maltese è stata la migliore d’Europa proprio negli anni peggiori della crisi fino ad ora, con una conseguente disoccupazione che resta tra le più basse del vecchio continente. Manca solo una cosa a fare di Malta, inaspettatamente, quasi il vero motore economico europeo: l’implementazione del mercato interno.

Le scommesse future

Certo questo quadro roseo non è esente da incognite che, affrontate nel giusto modo, potrebbero diventare opportunità. La sfida maggiore per il futuro di Malta sarà quello di mantenere la crescita mantenendo la stabilità bancaria pur all’interno di un sistema fiscale sostenibile. Perché molti osservatori parlano del fisco? Perché fino ad ora è stato proprio un sistema fiscale particolarmente “leggero” a contribuire molto alla crescita di Malta. Inevitabile aspettarsi che sempre più l’Europa chieda all’isola di adeguarsi ai suoi standard. E qui per Malta si giocherà davvero una carta importante. Perché saranno molti gli elementi da tenere insieme. Diciamo che, per ora, Malta parte da una situazione generale decisamente positiva, con un rapporto deficit/PIL andato via via decrescendo a partire dal 2008.

Aiuti europei

La ricetta di Malta contro la crisi comprende anche il buon uso, come dicevamo, dei fondi europei, utilizzati dal paese per dare vita a molte riforme tra cui quella dei trasporti pubblici e degli ospedali. Ma in complesso si parla del buon uso di circa 19 milioni di euro che serviranno, e in parte sono già serviti, per realizzare molti progetti, alcuni dei quali riguardanti il sostegno al mercato del lavoro.

Articolo visualizzato 693 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *