Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

La Cina e l’e-commerce: un’opportunità quasi infinita

Sebbene parlare di Cina e di internet possa sembra, per molti aspetti, quasi una contraddizione, è questo in realtà il settore che farà registrare il maggiore incremento, in termini di business, a chi opera nel web

cina-web

Numeri in forte crescita
Pensare di sviluppare un’attività sul web e non pensare al mercato cinese rischia davvero di diventare una follia. Sebbene il paese abbia non poche preclusioni verso questo strumento i numeri sembrano disegnare una forza che va al di là di ogni controllo statale. I numeri parlano chiaro. Ne vogliamo riportare alcuni così come segnalati da Corriere Asia, tanto per far capire di che fenomeno si sta parlando. Dati aggiornati alla fine dello scorso 2013 evidenziamo come siano oltre 600 milioni i cinesi che accedono a internet e di come siano oltre 400 milioni quelli che sono in possesso di cellulari smartphone che consentono l’uso della rete e delle varie tecnologie ad essa legate. Tutto ciò si è tradotto in un aumento del giro d’affari dell’e-commerce che, tra il 2009 e il 2012 (un lasso di tempo brevissimo) è cresciuto del 70% facendo ammontare la cifra complessiva di clienti on line a circa 200 milioni.

Cambiamenti dovuti anche a profonde trasformazioni sociali che, seppure non prive di contraddizioni e squilibri, hanno comunque creato una classe media con maggiori disponibilità economiche e una maggiore consapevolezza.

La società di consulenza Bain & Company ha calcolato che, entro il 2015 il giro d’affari legato all’e-commerce raggiungerà la strabiliante cifra di 540 miliardi di dollari: cifra che, da sola, rappresenta quasi l’8% del totale mondiale. E, sempre secondo lo stesso studio, nel 2020 il mercato cinese sarà superiore a quello giapponese, americano, tedesco, francese e americano messi insieme.

I cinesi sono il mercato di riferimento per il turismo
Sono soprattutto le professioni legate al turismo che devono puntare su questo paese. Il dato emerge da un’analisi fatta da Wolfgang Georg Arlt, esperto di management turistico che, per anni, ha lavorato in Cina anche come tour operator. La sua esperienza lo ha portato a identificare in quello cinese quello che, dal 2012, è divenuto ufficialmente il più grande mercato turistico del mondo: un mercato che, per numero di viaggi e di spesa, rappresenta da solo oltre il 9% del turismo globale. Non solo ma per chi lavora nel turismo in Europa, quello cinese è il mercato con il più alto tasso di crescita. Per questo motivo web e offerte di settore possono e devono trovare soluzioni di marketing specifiche per questo paese. Un elemento che non potrà mancare di avere profonde ripercussioni anche nel mondo del lavoro dell’industria turistica.

I cinesi organizzano viaggi su internet
Per chi opera nel settore può essere utile dare un’occhiata a siti come QQ o SinaWeibo: sono questi ormai i canali privilegiati attraverso cui i cinesi prendono informazioni di viaggio. E in Cina si assiste al boom di travel bloggers che sono divenuti non solo celebrità ma anche ricchi visti i numeri di contatti che hanno. E basti pensare che è cinese WeChat la maggiore app di messaggistica che sta sbarcando in occidente. In ogni caso il lavoro di operatore turistico dovrà sempre più orientarsi al web e sempre più al mercato cinese. Non solo turismo naturalmente. Basti pensare ad un gigante cinese dell’e-commerce come Alibaba che ha recentemente aperto un ennesimo nuovo sito di giochi e ricette on line: dapprima vuole aumentare la sua presenza nel settore ludico dei social network per poi portare il pubblico verso gli acquisti on line.

Insomma il web e tutte le professioni che gli girano attorno devono fare i conti con questo mercato se non vogliono perdere posizioni e business.

Articolo visualizzato 205 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *