Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Iran: tre settori che porteranno investimenti e lavoro

Finiscono le sanzioni e già molte cose cambiano. In Iran ci sono tre settori che porteranno investimenti e lavoro

Arriva il business occidentale
La fine delle sanzioni contro l’Iran ha già messo in moto il business occidentale. Ci sono, infatti, tre settori che porteranno investimenti e lavoro. Ma, per dovere di chiarezza, è bene sottolineare come il denaro abbia aggirato, anche negli scorsi anni, divieti e chiusure, e abbia nutrito quel contrabbando commerciale che di soldi ne ha fatti girare comunque. Secondo alcune fonti pare che, solo nel corso del 2014, l’Iran abbia importato illegalmente materiali per un totale di circa 25 miliardi di dollari. In pratica un’economia sommersa che non si è mai fermata. Ma ora, al riparo dell’ufficialità, l’Iran si appresta a diventare terra di conquista per molte imprese occidentali, non poche saranno quelle italiane.

Anni e anni di chiusura hanno da un lato lasciato indietro il paese ma, dall’altro, hanno contribuito a creare quelle condizioni che ora per qualcuno si trasformeranno in occasione di affari da miliardi. Non sarà solo il petrolio a rappresentare opportunità di investimenti e lavoro ma anche il settore automobilistico, quello dei trasporti e delle tecnologie. C’è da credere che, nei prossimi anni, saranno molte le imprese che non solo faranno import export con l’Iran ma che, presumibilmente, avranno bisogno di professionisti che si trasferiscano qui.

E sarà soprattutto l’Europa a beneficiare di questa fine delle sanzioni dal momento che, almeno per un po’, gli USA manterranno alcune restrizioni. Allora ecco il via alla finanza. Miliardi di dollari immobilizzati nella Banca Centrale iraniana e in enti legati al governo ma all’estero, potranno dare vita a innumerevoli attività.

E l’Italia?
E l’Italia non sta certo a guardare. O almeno non lo farà una certa fetta della sua imprenditorialità. Anche se, inutile nascondersi dietro un dito, imprenditorialità e politica andranno a braccetto. Comunque i settori che porteranno investimento e lavoro, almeno per quanto riguarda le aziende italiane, fanno pensare che nei prossimi tre anni l’Italia aumenterà il suo export verso l’Iran di circa 3 miliardi di euro. E ne beneficeranno anche le opportunità di lavoro. Certo se siete tra coloro che pensano che lavorare all’estero significhi solo lavorare in Germania o in Gran Bretagna, allora questo articolo non fa per voi. Ma l’Iran si appresta a diventare un importantissimo teatro lavorativo per molti professionisti. Per quanto riguarda l’Italia i settori che, presumibilmente, creeranno maggiori opportunità di affari e lavoro saranno:
– meccanica strumentale
– oil e gas
– trasporti.
Opportunità tecnologiche

Ma tra i settori che porteranno investimenti e lavoro in Iran c’è quello delle tecnologie. L’Iran è rimasto indietro, per molti aspetti, in questo settore. Ma di tecnologia ha, ora, un disperato bisogno. Soprattutto visti i programmi di implementazione di esportazioni petrolifere. Il petrolio c’è ma la tecnologia di molti impianti è a dir poco obsoleta. Per questo il paese sta facendo un vero e proprio tour de force per prendere contatti con imprese occidentali specializzate in questo comparto per riportare in produzione alcuni giacimenti. Quali i colossi già pronti a lavorare nel paese e che, probabilmente, avranno bisogno di manodopera e professionalità estere? In prima linea due giganti:
– Total
– Royal Dutch Shell.
Settore automobilistico

Altro settore dalle potenzialità enormi è quello automobilistico. Potenzialmente il paese può diventare un mercato di oltre due milioni di nuovi veicoli all’anno. Cifre approssimative ma che potrebbero anche essere ottimiste per difetto visto che il paese si trova nella necessità di rinnovare completamente un parco auto di oltre 14 milioni di pezzi. In questo settore sono i francesi ad avere messo più di una zampa sul nuovo possibile mercato, con:
– Renault
– Psa

Sempre nell’ambito dei trasporti l’Iran rappresenta una miniera d’oro per quelle aziende che si occupano di produzione di aerei, treni e materiale ferroviario in genere. L’Airbus ha già ricevuto un ordine per la vendita di 114 nuovi aere, ma molte imprese soprattutto britanniche si stanno muovendo per entrare nel paese con la costruzione e il rinnovo dell’intera rete ferroviaria. Con tutto quello che comporterà in termini di lavoro e indotto. Fonte Sole 24 ore

Articolo visualizzato 795 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

(2) Commenti

  1. Buongiorno la mi azienda arreda vende mobili di lusso in Cina e russia ed ora vorrei aprire un mercato in Iran cosa ne pensi ? Attendo tue informazioni

  2. Buongiorno
    sono un’ ingegnere iraniana d’origine, traduttrice giurata con la doppia cittadinanza. Chi avesse bisogno delle info e/o semplicemente una mano per il suo business con l’Iran può rivolgersi a me tramite il sito PersianItaly.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *