Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Investire e lavorare in Colombia

Stati Uniti, Australia, Nuova Zelanda: certo questi paesi sembrano meritare un'attenzione maggiore per chi pensa di andare a lavorare all'estero. Ma il mondo è grande e pieno di sorprese: tra queste la Colombia e la sua economia in crescita

colombia cartagenaSpesso il business viaggia più veloce delle informazioni che si è tentati di prendere quando si ipotizza un’esperienza di lavoro all’estero. E, certo, la Colombia non è il primo paese a cui si pensa. Eppure il paese sud-americano ha molte caratteristiche che potrebbero diventare appetibili anche per l’Italia e gli italiani.

Vediamo alcuni dati relativi all’interscambio commerciale tra l’Italia e la Colombia; sono dati elaborati dalla Farnesina  e dicono che, nel 2011 il business italo-colombiano è cresciuto complessivamente del 23,45%. Le esportazioni dall’Italia sono aumentate addirittura del 43% grazie in particolare all’industria farmaceutica e ai macchinari. Le importazioni invece sono cresciute del 6% concentrandosi sui prodotti agricoli e sui metalli non preziosi. Sebbene gli investimenti italiani in Colombia siano ancora abbastanza contenuti i settori che potrebbero essere più appetibili sono il tessile, l’automobilistico e l’alimentare.

Negli ultimi due anni la Colombia ha registrato un interessante sviluppo economico che regala al paese enormi opportunità in particolare nel settore estrattivo e in quello infrastrutturale. E al riguardo il governo ha dato vita ad un imponente programma di rimodernamento delle infrastrutture che prevede enormi investimenti nel settore ferroviario e stradale. L’indotto occupazionale legato a questo programma potrebbe essere davvero notevole. Per non parlare dei lavori che saranno creati dalla costruzione della prima linea metropolitana di Bogotà.

Sempre secondo la Farnesina  le maggiori opportunità per le aziende italiane sono nel settore tessile, della moda, del design e in quello turistico. Ci sono già alcune grosse compagnie che hanno capito quali potenziali possa riservare la Colombia. Tra queste le maggiori sono Assicurazioni Generali, Benetton, Armani, Ferrero, Lavazza. Nel settore delle costruzioni qui sono già arrivati Impregilo e Ansaldo. Nel settore gas la presenza italiana è rappresentata soprattutto da Enel. Ma molte altre sono le compagnie italiane che stanno lavorando sul mercato italiano.

Volendo prendere in considerazione alcuni dati macroeconomici della Colombia, da sottolineare la crescita del PIL che, nel 2012, ha raggiunto il 4%. Tra i settori maggiormente dinamici troviamo il settore finanziario, quello dei servizi, il commercio e quello del turismo cresciuto di oltre il 4%. In controtendenza rispetto a noi italiani anche i dati dell’inflazione diminuita di oltre un punto rispetto al 2011; idem per quanto riguarda la disoccupazione scesa da 10,8 a 10,4%.

Aumentati anche gli investimenti esteri passati dai 13.605 milioni di dollari del 2011 ai 15000 dello scorso anno, pari ad un incremento del 12,8%. Un clima economico che sta inducendo sempre più aziende a lavorare e investire in Colombia.

Per avere altre interessanti informazioni sul mercato economico-lavorativo colombiano consigliamo la lettura dell’articolo “Colombia: opportunità di investimento per le imprese italiane” pubblicato sulla testata on line geopolitica-rivista.org.

Articolo visualizzato 1.817 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

Un Commento

  1. Salve mi chiamo Roberto 53 anni parlo spagnolo italiano un Po di tedesco .commerciante e gestore sempre nell’ campo dell’ gelato mi piacerebbe trovare un azienda che mi faccia lavorare tra Italia e colombia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *