Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

In Italia torna l’emigrazione

I dati forniti dall'Aire parlano di un incremento del 30% di italiani che, nel solo 2012, hanno deciso di emigrare. Numeri impressionanti che parlano da soli. Interessanti anche i dati relativi alla distribuzione regionale di questa emigrazione: non si lascia più il sud ma si "scappa" soprattutto da Lombardia e Veneto

La storia e, forse, l’iconologia del nostro paese raccontano da sempre di un popolo di emigranti. Ma quella a cui si sta assistendo negli ultimi tempi è un’emigrazione dai connotati molto diversi da quelli che hanno caratterizzato il fenomeno degli inizi del secolo ma anche da quello degli anni ’60-’70. Se allora erano soprattutto le regioni del sud a nutrire questi movimenti verso l’estero, ora sono Lombardia e Veneto le zone del nostro paese maggiormente interessate dal fenomeno. Se allora erano i lavoratori meno qualificati a cercare all’estero nuove opportunità ora sono i laureati e i lavoratori più qualificati a espatriare per vedere riconosciute le loro qualità.

La notizia ha fatto il giro di molti quotidiani cartacei e on line e, domenica scorsa, la si poteva leggere un pò dovunque come monito e come amaro specchio di quanto sta accadendo nel nostro paese. In Italia torna l’emigrazione e, fin qui, parrebbe non esserci nulla di nuovo; ma se si va nello specifico dei dati emersi e divulgati, allora si capisce che qualcosa di grosso sta davvero accadendo in questo paese. I dati sono forniti dalla stessa Aire e parlano di un aumento di emigranti pari al 30% nel solo 2012. In questa percentuale a fare la parte del leone è la fascia d’età che comprende uomini e donne tra i 20 e i 40 anni. Questa fascia d’età è passata da 27.616 nel 2011 a 35.435 nel 2012. In questo gruppo a prevalere sono gli uomini che occupano un 56% a fronte di un 44% di donne.

E, qui arriva se non una sorpresa, sicuramente un’indicazione della nuova distribuzione del malcontento interno: la regione da cui si emigra di più è la Lombardia che ha perso circa 13156 residenti nel solo 2012. Subito dopo troviamo il Veneto e, via via, altre regioni. Ma è interessante notare come la Lombardia “superi” il Veneto di quasi il doppio di espatriati. La Lombardia, da molti considerata (anche per motivi meramente politici) la locomotiva d’Italia sta perdendo molti dei suoi residenti.

Ma verso quali paesi emigrano i nostri connazionali? la stragrande maggioranza, quasi il 63%, sceglie l’Europa, seguita dall’America del Sud, dagli Stati Uniti e, in coda, Asia, Africa e Oceania insieme.In Europa ( e qui la storia sembra ripetersi) è la Germania il paese verso cui gli italiani emigrano di più; al secondo posto nelle preferenze di chi espatria troviamo l’Inghilterra, poi la Svizzera e, al quarto posto, la Francia. Più di 2000 italiani nel 2012 se ne sono andati in Spagna e questo, sebbene sia una percentuale bassa, dovrebbe lasciare pensare: se ne sono andati in un paese che non sta certo meglio di noi. Ma questo è un dato che dovrebbe far riflettere.

Articolo visualizzato 564 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *