Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Il Business Plan: per diventare imprenditori all’estero

Il business plan è una cosa importantissima, spesso trascurata perché si pensa di poter aprire una propria impresa valutando giorno giorno cosa accade. Invece, anche per imprese piccole e piccolissime, il business plan può fare la differenza tra riuscita e insucesso

Per molti, andare all’estero ha significato aprire un’impresa in proprio. E, forse, non si sottolinea mai abbastanza l’importanza di non improvvisare, di dimostrare di avere le idee chiare; soprattutto se si ritiene di poter avere bisogno di qualcuno che creda alla nostra impresa e, magari, ci aiuti investendoci qualche soldo.

Il Business Plan efficace deve essere un quadro il più chiaro possibile, che fornisca non solo tutte le informazioni di quanto vogliamo offrire con la nostra impresa ma anche come pensiamo di farla funzionare dal punto di vista economico-finanziario. E deve essere anche scritto in maniera che catturi chi lo legge, convincendolo della bontà del progetto. È sempre bene non sottovalutare questo tipo di lavoro, specialmente quando si pensa di mettersi in proprio in un paese straniero, in cui fare rete può divenire determinante.

È importante che il Business Plan entri subito nella questione e metta chi legge in grado di capire alcune cose fondamentali. la prima è dove si pensa di trovare le risorse economiche e quale potrà essere il ricavo stimato della nostra attività. Poi bisogna che chiarisca che conosciamo perfettamente il mercato nel quale ci muoviamo, l’eventuale concorrenza e i nostri punti di forza rispetto ad essa. E, soprattutto, deve spiegare chiaramente cosa intendiamo offrire e come.

Per questo motivo vi sono alcuni punti, possiamo anche chiamarli capitoli, che devono descrivere esattamente cosa stiamo per realizzare. Ci deve essere un piano di marketing, un piano operativo, uno economico-finanziario e gli obiettivi che vogliamo raggiungere. Queste sono le voci, forse, più importanti.

Tra tutti questi capitoli, quello più delicato è sicuramente, quello relativo al piano economico-finanziario. Bisogna dimostrare, in pratica, la fattibilità e la sostenibilità del nostro progetto. Questo può essere considerato un po’ il cuore del Business Plan perché è quello che deve mettere in luce quali e quanti strumenti di controllo finanziario vogliamo e siamo in grado di applicare per gestire al meglio la nostra impresa e, possibilmente, fare sì che abbia degli utili.

Da curare con particolare attenzione anche il piano operativo visto che in questo dobbiamo spiegare quale sarà il nostro servizio o il nostro prodotto e come pensiamo di garantirlo. Se più che un servizio è un prodotto specifico dobbiamo chiarire quali saranno le tecniche di produzione, l’organizzazione e l’operatività.

Questi sono solo alcuni brevissimi consigli. Sul tema Business Plan sono moltissime le informazioni che si trovano in rete. Tra quelli fatti meglio, anche per chiarezza, consigliamo il sito Non solo Impresa e l’articolo relativo “Scrivere un business Plan”

Articolo visualizzato 356 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici