Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Germania: il lavoro c’è ma manca il personale

Vogliamo riportare quanto emerso da un articolo pubblicato dalla testata online Linkiesta.it: articolo che non ha mancato di suscitare aspre risposte da parte di molti lettori. Voi cosa ne pensate?

Lo scopo di questo sito è quello di dare informazioni sul mercato del lavoro all’estero, sulle diverse economie, raccogliere testimonianze di italiani all’estero e, anche, spulciare su carta e su web le notizie più curiose e interessanti sul lavoro. Oggi vogliamo porre alla vostra attenzione una notizia pubblicata pochi giorni fa dalla testata online Linkiesta.it. Una notizia che, come dimostrano i commenti dei vari lettori, non ha mancato di suscitare polemiche e risposte piccate.

Bene, cosa risulta da questo articolo? Risulta che in Germania il lavoro c’è ma manca il personale. Ad essere interessate da questo contraddittorio fenomeno sarebbero, in particolare, le piccole e medie aziende della ricca Baviera. A dar retta a quelli che sarebbero i dati emersi da una ricerca dell’agenzia del lavoro Randstad pare che circa mille aziende tedesche abbiano ricevuto solo il 14% di candidature dall’Italia, meno ancora di quelle provenienti da Grecia e Spagna. Insomma parrebbe che il minor numero di richieste arrivi proprio da quei paesi in cui i tassi di disoccupazione sono i più drammaticamente alti. Significativo però che questo problema di mancanza di personale riguardi le aziende medie e piccole e non quelle più grandi. Forse è naturale che, i candidati, pensino di rivolgersi alle aziende più grandi.

Sempre secondo l’articolo citato i settori in cui più ci sarebbe bisogno di personale sono quelli legati all’ingegneria, all’IT, ai settori tecnici e all’assistenza sanitaria. La testata riporta, per suffragare quanto affermato, le parole di Stefan Hardig, appartenente alla Associazione Tedesca dell’Industria e le Camere di Commercio, secondo cui le difficoltà per le aziende riguardano non solo e non tanto nel reperire persone con un curriculum di studi qualificato, ma soprattutto con una precisa qualifica professionale. E a sorprendere è il fatto che, tra le regioni più colpite, ci sia la ricca Baviera in cui alcune piccole e medie aziende rischierebbero addirittura la chiusura.

Ovviamente la notizia non poteva non provocare reazioni (talune anche rabbiose) da parte di molti lettori che sostengono di avere mandato centinaia di curriculum senza ricevere risposte. Dove sta la verità? Dalla parte del governo tedesco che sostiene di avere bisogno di lavoratori esteri e di fare di tutto per facilitarne l’inserimento (come cercando di rendere più veloce il riconoscimento dei titoli di studio) o dalla parte di quegli stranieri (anche italiani) che sostengono il contrario?

Noi di lavorarealestero.it abbiamo creato il sito www.lavoroingermania proprio per dare informazioni sul lavoro in quel paese con una sezione dedicata alle offerte di lavoro. Ci piacerebbe che ci diceste cosa pensate dell’argomento sollevato dall’articolo de Linkiesta.it.

Articolo visualizzato 4.725 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici