Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Edilizia e infrastrutture: cresce il lavoro in Perù

Edilizia e infrastrutture: cresce il lavoro in Perù. Sì perché, questi due settori, stanno registrando importanti dati più che positivi

Deficit di case

Questo è uno dei primi motivi per cui edilizia e infrastrutture hanno bisogno di professionisti in Perù. Dati ufficiali parlano di quello che viene definito un vero e proprio deficit di abitazioni. Un deficit che sta ancora trascinando la crescita del settore edilizio con inevitabili impatti sull’occupazione. Non c’è bisogno solo di case ma anche di uffici, hotel e centri commerciali. Negli ultimi anni il settore edilizio peruviano viaggia a ritmi di quasi il +13% annuo. Solo nel 2012 il governo diede vita ad un vero programma di costruzioni che ha portato all’edificazione di oltre 250’000 nuove abitazioni. Un programma che si è articolato in una serie di agevolazioni sia per chi costruisce sia per chi vuole comprare. Una sinergia che ha coinvolto governo, settore immobiliare e finanziario.

Indotto

Edilizia e infrastrutture: cresce il lavoro in Perù anche grazie all’indotto e a tutto ciò che comprende l’edilizia in genere. A beneficiarne le aziende e i professionisti del settore arredamento che, in Perù, sta viaggiando a ritmi sostenuti. Qui a fare da motore è il forte sviluppo del settore alberghiero anche grazie alla decisione di grossi gruppi, come Hilton e Western, di aprire alberghi di lusso nel paese. Stessa cosa si può dire di centri commerciali e grandi magazzini che sono divenuti l’esigenza principale di grossi marchi come Clavin Klein, Ferragamo, Adidas, Converse e molti altri: multinazionali che guardano con sempre più favore al paese sudamericano.

Il settore edilizio ha avuto, e per certi aspetti continua ad avere, un effetto trainante sull’economia peruviana almeno da sei anni a questa parte. I motivi principali sono da rintracciarsi in un generale miglioramento del sistema bancario e finanziario, nell’aumento dei consumi interni e nelle politiche di agevolazione agli investimenti sia privati sia pubblici.

Faro economico

Sono sempre più gli osservatori che sostengono che non solo stia aumentando il lavoro i Perù grazie a edilizia e infrastrutture ma che il paese sia destinato a guidare lo sviluppo dell’intera area sudamericana. Per alcuni il paese sembra stia vivendo lo stesso clima economico dell’Italia degli anni’60, con un crescente fabbisogno di case, scuole, strade e infrastrutture in genere. Lima, vera megalopoli, per molti economisti potrebbe divenire il nuovo fulcro economico e finanziario dei prossimi anni. Insomma un gran fermento. Dati positivi che hanno continuato ad esserlo anche negli anni di maggiore crisi globale, in cui il Perù è riuscito a crescere anche di quasi il 9%. Questo è stato, solo per fare un esempio, il risultato economico del paese nel 2008, anno catastrofico per le economie di quasi tutto il resto del mondo. E il Fondo Monetario internazionale parla di crescita anche per il 2016 con parallela discesa dell’inflazione.

Investimenti pubblici

Per molti osservatori è stata questa la vera carta vincente. Investimenti pubblici di cui stanno beneficiando in particolare le infrastrutture su cui il governo ha deciso di investire, nel prossimo decennio, qualcosa come oltre 20 miliardi di dollari. E stiamo parlando solo di investimenti pubblici. E stesso trend positivo lo si registra negli investimenti privati. IL Perù è la meta di privilegiati investimenti diretti soprattutto da paesi quali:
– Spagna
– Gran Bretagna
– Stati Uniti

Paesi questi che, oltre al settore infrastrutturale, guardano con crescente interesse anche ai settori finanziario, delle comunicazioni e a quello minerario.

Articolo visualizzato 681 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

(4) Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *