Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

È la Repubblica Dominicana il vero futuro

Non solo bellezza ma una politica che sta facendo davvero di tutto per rendere il paese location ideale per investimenti e imprenditoria

Un insieme di elementi

Bellezza, politica stabile, leggi favorevoli, agevolazioni fiscali: e tutto questo fermento si traduce in un clima perfetto per investimenti su turismo e immobiliare. Un turismo che, mai come in questi ultimi due anni, sta davvero trainando l’economia e un settore immobiliare che, sull’onda del turismo, sta suscitando gli interessi degli investitori stranieri. Un insieme di cose che non può non avere un impatto positivo su tutto il sistema dominicano in cui, a crescere, sono anche i servizi e il settore finanziario.

Una crescita dunque strutturale, in cui tutti gli elementi si uniscono e beneficiano l’uno dell’altro. Il vero futuro degli investimenti sembra davvero essere la Repubblica Dominicana, con il turismo a fare la parte del leone, in particolare l’ecoturismo. E i risultati raggiunti sono solo il trampolino di lancio per arrivare, entro meno di un decennio, alla cifra di dieci milioni di turisti. Chiaro che questo risultato avrà un impatto positivo su tutto l’indotto, rendendo il paese una location perfetta per investire, aprire attività o creare partnership con aziende già presenti sul territorio. C’è da dire che il governo sta mantenendo fede ai suoi impegni visto che, fin dal momento della sua elezione, il presidente Medina aveva sostenuto di voler fare del turismo la carta vincente dell’economia del paese.

Vivere e lavorare in Repubblica Dominicana

Leggi favorevoli

Detto, fatto. Da subito sono state varate alcune leggi il cui scopo è stato quello di attirare investimenti stranieri e mettere in moto una serie di progetti fatti apposta per canalizzare investimenti in questo settore. Molto si sta puntando sulla comunicazione e sul marketing, con lavori infrastrutturali e una serie di progetti per incrementare quello che sembra davvero uno dei motori del turismo: quello delle crociere. Per ora è la Carnival ad avere puntato molto sulla Repubblica Dominicana ma si pensa che presto altre grandi compagnie navali del settore investiranno sul paese per farne un vero e proprio hub caraibico. Gli impatti su lavoro e occupazione sono facilmente prevedibili.

Infrastrutture

È una vera e propria sinergia quella che si sta creando, una sorta di sviluppo integrato in cui sono le infrastrutture l’asse portante. Non solo lavori stradali e portuali ma anche progetti edilizi, programmi di sostegno alle piccole imprese che prevedono investimenti di oltre un miliardo di dollari nel corso del prossimo decennio. E ovviamente ai finanziamenti pubblici si aggiungono gli investimenti privati. Una vera e propria valanga di liquidità.

Tutto ciò si inserisce in un clima economico già di per sé orientato alla crescita. Il PIl dominicano, già cresciuto di quasi il 4% nel corso degli ultimi tre anni, è previsto in ulteriore e costante crescita per tutto il prossimo quinquennio. E a dirlo non sono le autorità locali ma lo stesso Fondo Monetario Internazionale. Un’economia in cui anche l’agricoltura fa la sua parte con esportazioni di canna da zucchero, caffè e uno dei tipi di cioccolato più pregiati al mondo. Il turismo però, con tutto l’indotto, crea il 20% del PIL e quasi la metà delle entrate in dollari. Se poi vogliamo parlare del debito pubblico solo un confronto: meno di un terzo di quello italiano.

Sistema fiscale

Tutti dati che spiegano perché investire in questo paese potrebbe davvero essere la scelta vincente sia per piccole imprese sia per aziende più grandi che, nell’ambito di un programma di internazionalizzazione guardino alla Repubblica Dominicana come porta di accesso anche ad altri mercati. Fisco leggero, incentivi fiscali e una legge che ha dato alla Repubblica Dominicana, nel 1997, la possibilità di aprirsi al mondo. Il che ha comportato la possibilità di avere investimenti stranieri praticamente in tutti i settori esclusi quelli della sicurezza, salute pubblica e protezione ambientale. Non vi sono in pratica limiti a trasferire gli utili e al rimpatrio di soldi. Insomma una vera manna per gli investitori.

C’è poi una norma legata in particolare all’incentivazione degli investimenti nel turismo. Tale legge, che supporta un più vasto progetto di sviluppo, prevede l‘esenzione totale del pagamento di imposte per i primi dieci anni di attività. E questo fermento nel turismo si sta riflettendo sul settore immobiliare. Stime anche solo approssimative parlano di opportunità di acquisti con rendite da affitto tra l’8 e il 18%.

Insomma la Repubblica Dominicana può davvero essere il futuro degli investimenti, fonte dominicana investimenti.

Articolo visualizzato 11.221 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

(8) Commenti

  1. Sono titolare di una azienda elettrica e telecomunicazione sono disponibile eventuale proposta di lavoro.
    Inattesa di una risposta cordiali saluti

  2. un segmento molto sottovalutato per gli investimenti e’il settore agricolo , chi sa gestire una impresa agricola in rd ha profili di rettivita’ elevatissimi per il basso costo delle manodopera e il basso investimento iniziale per l’acquisto della terra ( nelle zone agricole si parla di centesimi di euro a mq ) e il clima che accellera la crescita vegetale. il mercato haitiano importa piu del 70% del cibo dall’estero ed il principale fornitore e’proprio la rep. dominicana, nonostante le norme ora severe per esportare verso haiti. altro segmento sottovalutato , ma legato a quello agricolo e’il settore tessile del cotone. probabilmente avrete notato che gli indumenti venduti in rd sono solo misto sintetico. questo per avviene a causa di una legge di restrizione delle importazioni del cotone lavorato, chiunque abbia capacita di coltvazione del cotone e lavorazione del cotone in tessuti prodotti direttamente qui avrebbe un intera nazione da rifornire. ultimo ma non meno importante il mattone, per i piu pigri la banca va benissimo , rende meno rispetto a quanto sopra descritto ma pur sempre un ottimo investimento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *