Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Dossier Vietnam

Crescita economica

Un Dossier Vietnam per presentare un paese che sta vivendo un forte boom economico anche se le criticità non mancano. La cosa certa è che il paese ha puntato, da qualche anno, sulla diversificazione economica e la cosa sta dando i suoi frutti. A crescere sono soprattutto l’export e gli investimenti diretti nell’area manifatturiera. A crescere in modo particolare è il settore dell’ITC. A contribuire a questo anche le posizioni del governo favorevoli al Trattato di Libero Scambio. Una situazione politica relativamente stabile, seppur non priva del tutto di tensioni sociali, sta garantendo una sostanziale tenuta dei fondamentali parametri economici e una crescita del PIL prevista al di sopra del 6%. Ma questa crescita può subire qualche rallentamento dalla nuova politica protezionistica degli USA cosa che, per un paese che ha nell’export uno dei suoi cavalli di battaglia, potrebbe essere critica.

Al netto di tutto ciò il governo si sta impegnando per incrementare le politiche a favore degli investimenti diretti implementando le riforme a lungo termine, soprattutto quelle rivolte alla liberalizzazione economica e alla ristrutturazione delle varie imprese statali. A tal proposito il governo sta cercando di diminuire i vincoli proprietari da parte di aziende estere.

Diversificazione economica

Sono sicuramente queste le parole chiave della nuova politica economica. Al punto che il Vietnam è divenuto il paese con l’economia più diversificata e più in crescita dell’area del Sud-Est Asiatico. La crescita dell’export ha beneficiato, senza dubbio, della riconversione all’high tech di molti settori manifatturieri come l’elettronica, i computer e la telefonia che, non a caso, guida l’export. Nel giro di poco tempo il settore ITC è divenuto quello da cui si ricavano i maggiori utili da export.

Per quanto riguarda la crescita degli investimenti diretti esso è dovuto in larga parte al fatto che molte grosse imprese asiatiche stanno trasferendo le loro attività in Vietnam dalla Cina. E questo, in una reazione a catena, sta favorendo gli investimenti di altre imprese straniere anche al di fuori dell’area asiatica.

Privatizzazioni

Il Vietnam, seppur piano piano, si sta sempre più avviando ad una notevole transazione economica che si muove verso una sempre più marcata privatizzazione delle imprese statali. Nel tempo agli investitori esteri è stato consentito di comprare quote di alcune di queste aziende anche in settori quali la telefonia, l’assicurativo, l’alimentare e il bancario. E quest’ultimo settore è proprio quello su cui lavorare maggiormente per attirare sempre più investimenti. Infatti il settore bancario vietnamita resta, per ora, ancora un po’ vulnerabile anche se la sua salute è in netto miglioramento anche grazie al miglioramento della situazione dei crediti deteriorati. Grazie anche al fatto che si è incentivata l’aggregazione di piccole banche locali nonché l’acquisto, da parte di banche estere, di alcune banche vietnamite.

In ogni caso anche il mercato del lavoro si sta modificando. Il Vietnam ha infatti bisogno, proprio per l’aumento delle privatizzazioni, di professionisti esteri che mettano il paese nelle condizioni di competere al meglio con un mercato globale, conseguenza inevitabile delle aperture che il paese ha introdotto nel suo commercio.

Articolo visualizzato 108 volte


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *