Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Designer e professionisti hi-tech: la Corea del Sud è la nuova meta

Arte e tecnologia: sono queste le parole chiave con cui la Corea del Sud lancia la sua nuova sfida

Una vera rinascita

Designer e professionisti hi-tech: la Corea del Sud è la nuova meta. Perché il paese ha lanciato la sua sfida: divenire un vero e proprio hub culturale e tecnologico. Un grosso cambiamento se si pensa che, solo alla fine degli anni ’90 la Corea del Sud era messa davvero male dal punto di vista economico. L’alleato americano, insieme al Fondo Monetario Internazionale, hanno iniettato nel paese molti miliardi di dollari. Ma è vero che il modo con cui la Corea del Sud decise di usare questi finanziamenti è ciò che ha fatto la differenza. Sì perché, da subito, i dollari sono stati investiti in ricerca, istruzione e tecnologia. E questo ha consentito al paese di passare da stato sull’orlo del baratro a potenza economica mondiale. Con livelli occupazionali e di crescita che non danno cenni di frenata.

La Corea del Sud sta diventando meta interessante, dunque, per i professionisti dell’hi-tech e del design, in modo particolare. Professioni che beneficiano del particolare clima economico ma anche del fatto che la Corea del Sud ha un mercato del lavoro decisamente sano. Con una disoccupazione che resta attorno ad un bassissimo 3,5% e un PIL in continua crescita, il paese continua a investire sulla tecnologia e sull’indotto legato ad essa. Basti pensare, solo per fare un esempio, all’ingente investimento di quasi 1,8 miliardi di dollari per la rete superveloce 5G: una cosa che, entro il 2026, si prevede essere in grado di creare introiti per oltre 350 miliardi di dollari tra infrastrutture nuove e nuovi prodotti.

Il bello

Non solo tecnologia ma anche il bello. La ricchezza che sta investendo il paese e il generalmente elevato tenore di vita sviluppa anche l’amore e la ricerca del bello. Da qui il forte richiamo che il paese esercita su architetti, designer e artisti in genere. Naturalmente vi sono grandi nomi e grandi opere nel mondo dell’architettura. Ma tutto ciò, a cascata, sta creando un clima favorevole all’arrivo di altri professionisti stranieri. Qui hanno creato nomi del calibro di Jean Nouvel, Mario Botta o Zaha Hadid. Ma solo per dire che, oltre che potenza economica, la Corea del Sud sta davvero diventando un polo culturale, con una miriade di concerti e mostre che vengono “importati” dall’estero.

Hi tech soprattutto

Ma non esageriamo quando diciamo che la Corea del Sud è la nuova meta per i professionisti dell’hi-tech. Il paese ha messo in campo qualcosa come 66 miliardi di dollari per finanziamenti a start up e nuove imprese legate proprio all’IT. Alle aziende e agli imprenditori esteri vengono offerti piani di assistenza sia amministrativa sia finanziaria. L’idea è quella di dare vita ad una Silicon Valley coreana che dovrebbe svilupparsi nell’area metropolitana di Seul, a Pangyo. Una parte di quei 66 miliardi sarà costituito da investimenti diretti, più della metà saranno prestiti e il resto saranno contratti di fideiussione.

Sostegno governativo previsto per ben 17 centri chiamati Center of Creative Economy and Innovation. Di cosa si tratta? Di centri, ciascuno specializzato in un determinato settore economico considerato chiave, che lavoreranno insieme per l’innovazione e la ricerca tecnologica. Partner di ciò colossi come Samsung e LG. Quali i settori maggiormente coinvolti e quali, dunque, i professionisti più richiesti? Eccoli:
– robotica
– salute
– biologia
– smart car
– energia
– nuovi materiali.

Ma dicevamo anche che la cultura, i chi ci lavora, potrebbero trovare in Corea del Sud pane per i loro denti. L’investimento di cui parlavamo consentirà la creazione, già in parte avviata, di un enorme centro culturale che avrà come cavalli di battaglia:
– creazione di ologrammi
– programmi di realtà virtuale
– computer grafica
– comunicazione e media in 3D

Articolo visualizzato 168 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *