Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Colpo di stato in Thailandia

Il nostro sito comincia, da oggi, la pubblicazione di articoli dedicati alla politica internazionale. Pensiamo infatti che, dare un'informazione completa sulla situazione dei vari paesi, sia un servizio in più per i nostri lettori. Guardare all'estero con maggiori notizie e non solo economiche

I Militari prendono il potere
Sospesa la Costituzione e introduzione della legge marziale. Questi alcuni dei primi provvedimenti imposti dai militari. La BBC è stata tra le prime a dare la notizia, confermando che sono stati proibiti i raggruppamenti di persone e iniziato anche il coprifuoco. Come sempre succede in questi casi è l’informazione a subire il bavaglio più pesante: radio e tv hanno dovuto cessare la programmazione per far spazio esclusivamente ai bollettini e alle notizie fornite dalle forze armate.

Annuncio televisivo
E sempre attraverso la televisione è stato dato l’annuncio del colpo di stato dal genrale Prayuth Chan-ocha. Non si sa ora, esattamente, cosa accadrà. Pare che i militanti del Fronte unito per la democrazia abbiano annunciato pesanti rappresaglie lasciando prevedere una pericolosa escalation della situazione. Situazione che è andata ribaltandosi nel giro di poche ore visto che, martedì scorso, le forze armate avevano sì dato l’annuncio dell’introduzione della legge marziale ma negato il colpo di stato. Come di tradizione, l’intervento militare voleva presentarsi solo come un tentativo di mettere uno stop alle manifestazioni contro il governo che da molti mesi interessano il paese. Manifestazioni che hanno causato circa trenta morti e oltre 800 feriti. Il generale Prayuth Chan-ocha ha operato con la collaborazione di aeronautica e marina e ha “difeso” il suo operato sostenendo che sia stato reso necessario per evitare ulteriori violenze. La Thailandia non è nuova a questo genere di cose, trattandosi del 12° colpo di stato dal 1932 a oggi.

Costituzione sospesa
La Costituzione proclamata nel 2007 è stata sospesa con un provvedimento che si va ad aggiungere ad una situazione già confusa dallo scorso dicembre, quando venne sciolto il parlamento. Magistratura e Senato si dice che dovrebbero continuare a funzionare, ma il condizionale è d’obbligo. Sembra accertato invece che circa 40 esponenti del governo siano stati condotti all’interno di una base dell’esercito dopo il “fallimento” di alcune trattative. L’ex Primo Ministro ad interim Niwatthamrong Boonsongpaisan non si sa esattamente che fine abbia fatto: per un po’ si sono rincorse voci secondo cui si sarebbe rifugiato all’interno dell’Ambasciata americana, che ha però smentito.

Sospese le manifestazioni
Ovviamente, dopo l’annuncio del colpo di stato, la manifestazione permanente contro il governo, localizzata nel centro di Bangkok, si è dispersa; c’è chi sostiene pacificamente e chi sostiene sia stata dispersa dalle forze armate. Come sempre, in queste circostanze, le notizie si inseguono e si contraddicono. Restiamo in attesa dell’evolversi della situazione.

Articolo visualizzato 237 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *