Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Banche, conti corrente e carte di credito in Usa: le cose da sapere

Andare all'estero comporta una serie di cose, grandi e piccole da conoscere. Soprattutto quando queste cose hanno a che fare con la vita di tutti i giorni. Oggi vogliamo dare alcune informazioni sul funzionamento di banche, conti corrente e carte di credito in Usa

Tipologie di conto corrente
Partiamo da questo elemento. Diciamo che se siete appena arrivati a lavorare negli Usa il primo conto corrente che probabilmente dovreste prendere in considerazione è quello che viene chiamato checking account. È proprio il minimo che ci si aspetta da un conto corrente: deposito dei soldi, carta bancomat, assegni e praticamente interessi pari a zero. Il lato positivo è che, nella maggior parte dei casi, è gratis. Poi c’è quello chiamato saving account. Non vi tragga in inganno la parola saving perché, se è vero che è fatto nell’ottica del risparmio è altrettanto vero che gli interessi pagati sono davvero bassi. Però è fatto con il progetto di tenere da parte una certa somma. In genere chiede una cifra minima per l’apertura, una cifra minima che deve restare sul conto e pone alcune limitazioni nel numero e nell’ammontare dei prelievi. Leggermente superiore in termini di interessi pagati, ma più o meno con le stesse caratteristiche è il money market account. Per finire ecco il certyficates of deposit: in questo caso un conto che, pagando interessi decisamente più alti, richiede somme maggiori e somme da depositare regolarmente per un determinato periodo. Da tenere presente che, con questo conto, i soldi sono generalmente immobilizzati per il tempo di durata del contratto stesso.

Carte di credito
Quando si apre un conto corrente negli Usa la banca da al cliente, automaticamente, la carta chiamata debit card, qualcosa di molto simile ai nostri bancomat. Infatti i pagamenti vengono addebitati subito e non avrete tetti di spesa. Le carte di credito invece non sono agganciate al conto corrente ma “prendono” i soldi da una separata linea di credito. In poche parole con queste carte il cliente usa soldi non suoi ma prestati e che, in quanto tali, dovrà restituire alla fine di ogni mese, dilazionati o meno e con interessi. Alla fine del mese il debito può venire saldato con un assegno o con procedure online. Nonostante i rischi presenti in questo meccanismo il motivo per cui avere una carta di credito negli Usa è praticamente fondamentale è che, proprio con essa, voi vi costruirete la vostra storia di pagatori. Insomma la vostra credibilità economica parte da li. E servirà per molte cose come l’ottenimento di un mutuo.

Articolo visualizzato 628 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *