Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

Artisti di tutto il mondo, il lavoro è a San Francisco

E’ davvero il caso di dire che, per gli artisti di tutto il mondo, il lavoro è a San Francisco. E a dirlo è un rapporto economico

Con la cultura si mangia e si lavora

Con la cultura si mangia e si lavora. Soprattutto a San Francisco. Quindi, artisti di tutto il mondo, è lì che dovete andare. Se parliamo ancora della California non è per una spiccata simpatia per questo stato americano ma perché è da lì che arrivano le indicazioni migliori su quanto la bellezza porti lavoro e soldi. Se Los Angeles ha fatto del turismo la sua spinta economica, San Francisco lo sta facendo con l’arte. Sì, avete letto bene; mentre in Italia ministri del governo andavano affermando (con arroganza e protervia) che con la cultura non si mangia, la bella città californiana ci mangia e anche bene.

A sostenerlo non sono le chiacchiere ma i dati che sono usciti da un importante studio/report di una società che si occupa proprio di studiare quale sia l’impatto economico che la cultura e l’arte (intese come vere industrie) riescono ad avere sull’intera economia degli Stati Uniti. Il report si riferisce al 2015 (il prossimo relativo al 2016 uscirà alla fine di quest’anno) e parla molto chiaro: non solo l’industria culturale genera giri di affari di miliardi di dollari ma la capitale di questa industria, soprattutto per l’arte contemporanea è proprio la stupenda San Francisco.

Investimenti

Perché gli artisti di tutto il mondo dovrebbero andare a San Francisco? Perché la città, con il tipico spirito pragmatico americano, sull’arte investe e anche tanto, pompando soldi veri in una strategia strutturata, in una vera e propria politica. Ma se sono le cifre a convincervi, eccole subito servite. Intanto diciamo che lo studio di cui parlavamo è stato redatto dall’importante associazione americana Americans for the Arts e si chiama, con nome bellissimo, Arts & Economics posperity. E tale rapporto parla forte chiaro; a San Francisco l’industria culturale:

  • Frutta un miliardo e mezzo di dollari
  • Da lavoro a quasi 40mila persone full time

Da sola la città californiana rappresenta più dell’1% dell’intero fatturato americano dell’industria culturale che ammonta a circa 166 miliardi di dollari. E considerate che queste sono cifre relative al 2015 ma, secondo i primi studi relativi al 2016 si parla di un ulteriore aumento. Su 166 miliardi ben 63 sono stati investiti proprio dalle società e imprese che si occupano di cultura a ogni livello. Nella sola San Francisco gli investimenti sono stati di 780 milioni di dollari mentre chi a San Francisco risiede ha speso 650 milioni di dollari per varie tipologie di eventi culturali. Tutto ciò ha avuto, come ricaduta, che San Francisco ha avuto nel 2015 circa 130 milioni di dollari di entrate solo dalla cultura. Sbalorditivo, non credete? Senza contare l’importante indotto, visto che la cultura diventa un volano anche per il turismo. Dando vita ad un circolo virtuoso in cui la creatività diventa innovazione e guadagno, richiamando talenti da tutto il mondo.

Cosa accade a San Francisco dal 2012? Vediamo:

  • Il finanziamento pubblico per arti e cultura è aumentato del 14%
  • Ci sono continui stanziamenti di fondi per sovvenzionare e finanziare la cultura
  • Ci sono finanziamenti per programmi di aiuto a varie associazione artistiche no profit di San Francisco.
Arte contemporanea settore trainante

Per gli italiani queste parole sono quasi misteriose. Incredibile per l’Italia pensare che l’arte possa generare ricchezza. Invece a San Francisco è così. Tanto che nel 2018 San Francisco ospiterà una nuova sede della prestigiosa Untitled Art Fair dopo aver fatto tappa lo scorso anno, aggiungendosi a quella di Miami. E già allora a San Francisco ci furono oltre 50 espositori da tutto il mondo con qualcosa come 11mila visitatori in soli tre giorni.

Articolo visualizzato 180 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *