Ultime Notizie
logo lavorare all'estero

Lavorare all'Estero • Notizie

Notizie, informazioni utili ed offerte di lavoro all'estero

A Berlino c’è il problema casa

A Berlino c'è quello che, a tutti gli effetti, si deve chiamare il "problema casa"

Berlino città delle start up, Berlino alternativa, Berlino per rifarsi una vita, dieci motivi per trasferirsi a Berlino. La maggior parte dei siti che si occupano di espatrio, di cambiamenti di vita, sembrano incapaci di fare altro che non sia vendere fumo. In un continuo rincorrersi di copia-incolla acchiappa link, si dimostrano, quasi tutti, incapaci di prendere atto di una cosa molto semplice: all’estero le cose non sono sempre migliori. Tutti in fila a dire lodi sperticate su Berlino e quasi nessuno a dire che a Berlino c’è il problema casa. E anche molto serio.

Situazione ben diversa

A Berlino c’è una vera e propria crisi degli alloggi. A Berlino ci potete andare, certo, potete emigrare in cerca di lavoro, certo. Ma fate attenzione a chi spaccia sogni di serie b. Trovare non solo una casa ma anche una stanza in condivisione sta diventando sempre più difficile e la concorrenza quasi spietata. Il libero mercato e la speculazione stanno rendendo il trovare casa un vero e proprio girone infernale. Sono sempre di più le referenze richieste e i prezzi sempre più alti. In una città in cui si prevede un ulteriore aumento di afflusso di persone dall’estero, forse certe cose sarebbe meglio saperle.

Affitti fuori controllo

Ecco uno dei punti caldi del problema casa a Berlino. Un problema che ha avuto un’accelerazione fortissima in un arco di tempo brevissimo. Un tempo l’immaginario collettivo corrispondeva alla realtà e un affitto a Berlino era decisamente più equo. Ora le cose non sono più così. Se solo fino a cinque anni fa un appartamento di 40 mq in zone popolari costava circa 200 euro al mese, oggi viene affittata a più del doppio. E questo accade in tutti i quartieri della città. Frutto della speculazione e del mito mediatico che ha travolto la città e in cui, molti, sono caduti con tutte le scarpe.

E, nel più classico dei modi, tutto quello che si dice è che a Berlino si deve cotruire di più. Con quali conseguenze dal punto di vista della concentrazione abitativa, è facile intuire. Del resto pare che, ogni anno, vi sia una richiesta di nuovi appartamenti pari a circa 20mila ma, nel 2016, ne saranno costruiti “solo” 15mila. E quindi la caccia sarà spietata e, ovviamente, a prezzi sempre più alti. Del resto cosa pensavate che fosse il libero mercato? E tutto questo senza che venga affrontato un argomento che potrebbe essere prezioso: la ristrutturazione dei vecchi edifici.

Stipendi che perdono valore

E il problema casa a Berlino è anche, inevitabilmente, un problema di erosione dello stipendio. In media i berlinesi spendono, per l’affitto, circa il 22% del loro stipendio con punte del 30% in zone come Mitte. Ma per chi ha stipendi bassi la percentuale sale al 50%. Fatevele raccontare queste cose.

Articolo visualizzato 701 volte
Condividi questa notizia con i tuoi amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *